FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Lodi, botte tra ragazze: gli altri fanno il tifo e riprendono la scena

Due 16enni si sono incontrate al terminal dei bus per un regolamento dei conti: nessuno è intervenuto per separarle, i compagni le incitavano con cori e urla

Pugni in faccia, urla, spintoni: due ragazze di 16 anni si picchiano alla fermata dell'autobus mentre, intorno a loro, coetanei e compagni di scuola fanno il tifo e riprendono la scena. Questo video, che arriva da Lodi, ha fatto il giro della rete condiviso da migliaia di persone sui social. Ed è arrivato sotto gli occhi dei genitori che ora indignati chiedono alle forze dell'ordine di prendere provvedimenti.

La rissa ha avuto luogo sul piazzale della stazione di Lodi vicino al terminal dei bus, a 5 minuti dal centro della città. Erano le ore 14 di sabato 20 ottobre: le ragazze si erano date appuntamento lì all'uscita dalla scuola per quello che sembra un vero e proprio regolamento di conti. Hanno buttato a terra gli zaini con i libri e hanno iniziato a picchiarsi davanti ai compagni di scuola e altri ragazzini che le incitavano con urla e cori. Mentre i passanti tiravano dritto, occhi bassi, nessuno si è fermato per separarle.

Il video, diventato virale, è stato condiviso anche dai genitori di altri ragazzi che passano per quel piazzale quotidianamente e che ora chiedono alle istituzioni di intervenire. "C’è sempre uno schifo al terminal da avere paura", ha scritto una mamma. Mentre un altro genitore di Lodi ha lanciato un appello sui social per chiedere alle forze dell'ordine di prendere provvedimenti.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali