FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Ventimiglia, sindaco sposta fontana usata da migranti e clochard per lavarsi: è polemica

Il primo cittadino, Gaetano Scullino, si difende dalle accuse: "Ma quali migranti. Lʼho tolta per motivi di decoro della città: la lasciavano aperta giorno e notte, sprecando acqua e provocando allagamenti"

E' polemica a Ventimiglia per la decisione del sindaco, Gaetano Scullino, di chiudere e spostare una fontana pubblica presso i giardini pubblici Reggio, usata spesso da migranti e clochard per lavarsi. "Ma quali migranti. L'ho tolta per motivi di decoro della città: la lasciavano aperta giorno e notte, sprecando acqua e provocando allagamenti. Le polemiche sono il frutto di una strumentalizzazione", ha replicato il primo cittadino.

"A parte che le fontane sono di tutti - ha aggiunto - senza distinzioni tra residenti, migranti o turisti, ma c'é anche un errore logico in questa polemica: perché se davvero avessi voluto penalizzare i migranti le avrei tolte tutte anziché una soltanto". Scullino ha poi spiegato che la fontana in questione sarà spostata sul lungomare.

Per la Cgil invece i motivi dello spostamento riguardano proprio l'uso da parte dei migranti: "Il sindaco di Ventimiglia ritiene di intervenire sugli sprechi di acqua operati dai migranti - si legge in una nota del sindacato - e lo fa chiudendo e spostando una fontana: sia mai che la sera qualche ragazzo di colore possa sciacquarsi, lavarsi o bere".

Ventimiglia, sindaco sposta fontana usata da migranti e clochard per lavarsi: è polemica

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali