FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Genova, donna uccisa a coltellate in strada: fermato il fratello

L'omicidio al culmine di una lite. Alcune persone dalle finestre hanno assistito alla scena e avvisato la polizia

Genova, massacrata a coltellate dal fratello: liti duravano da tempo

Alice Scagni, 35 anni, è stata uccisa a coltellate Genova nel quartiere di Quinto, al culmine di una lite.

È successo in strada, a chiamare la polizia alcuni testimoni che dalle finestre hanno assistito al diverbio tra la giovane donna e il fratello, Alberto Scagni. L'uomo l'ha colpita con un coltello e poi ha tentato di fuggire ma è stato fermato lontano dalle volanti della polizia. Nonostante i soccorsi del 118 la donna è morta poco dopo. Ancora da chiarire le circostanze legate al diverbio, l'uomo sarebbe seguito per problemi.

La donna stava portando a spasso il cane quando è stata avvicinata dal fratello con il quale ha cominciato a litigare per motivi ancora da chiarire. L'uomo, un quarantenne, durante il diverbio l'ha colpita ferendola mortalmente. Ad assistere alla scena il marito e alcuni
cittadini che udendo le urla dei due si sono affacciati alle finestre di casa ed hanno chiamato i soccorsi. Il fratello è stato fermato vicino al luogo dell'aggressione ed è stato portato in questura.


 



 


Rapporti tesi da tempo -

Quella avvenuta nella serata di domenica 1 maggio non è stata la prima lite tra Alice Scagni e il fratello Alberto. L'uomo, disoccupato, aveva già discusso animatamente con la sorella e i rapporti tra i due erano tesi. Secondo le prime
informazioni pare che l'uomo fosse anche seguito per problemi pisichici. Scagni + stato portato in questura dove gli investigatori della squadra mobile lo stanno interrogando insieme al pubblico ministero di turno. 


Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali