FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Trans morta in un parco, il 35enne fermato ammette: "Lʼho aggredita io"

Lʼuomo, di Roma, ha confessato di aver incontrato anche il nordafricano morto in ambulanza, "ma non lʼho ucciso io". Individuato il coltello con cui è stata colpita la trans

Il 35enne arrestato a Roma ha ammesso di avere aggredito la trans romena trovata morta venerdì in un parco all'Eur. L'uomo, evaso giovedì dai domiciliari, ha confermato anche di aver incontrato il giovane nordafricano deceduto sabato mattina dopo essere stato soccorso, agonizzante, in un palazzo abbandonato alla periferia, ma ha negato di averlo ucciso. "Abbiamo trascorso la notte insieme - avrebbe raccontato - ma l'ho lasciato all'alba ed era vivo".

"Non l'ho ucciso io", avrebbe ripetuto in Questura, aggiungendo di aver trascorso la notte precedente con il nordafricano consumando droga. Il 35enne arrestato era ai domiciliari in un'abitazione di Ostia Antica e giovedì sera si era sbarazzato del braccialetto elettronico facendo perdere le sue tracce.

Trovato il coltello che ha ucciso la trans - I poliziotti della squadra mobile di Roma hanno trovato il coltello con cui sarebbe stata uccisa la trans, secondo fonti investigative. La lama, ancora sporca di sangue, sarà sottoposta ad accertamenti per chiarire se con la stessa sia stato colpito anche il nordafricano. Proprio il fermato avrebbe indicato il borsone in cui era nascosto il pugnale.

Due omicidi, un solo killer? - Gli investigatori sono convinti che al 35enne fermato possano essere ricondotti entrambi gli omicidi. I delitti sono avvenuti ai due estremi della città, ma secondo gli inquirenti sarebbero collegati tra loro. Entrambe le vittime sono state uccise con una coltellata. Ora l'esame della lama potrà dire qualcosa di più in merito.

Due omicidi a Roma, ecco dove sono stati uccisi la trans e il nordafricano

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali