FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Terremoto, gli sfollati: no a container e new town, sì ai mini-chalet per riprendere la quotidianità

Da Amatrice a Arquata le popolazioni colpite dal sisma del Centro Italia chiedono sistemazioni provvisorie nelle unità in legno sul modello di Onna, a LʼAquila

Amatrice, Accumoli, Arquata del Tronto: i 2.500 sfollati del terremoto del 24 agosto tra Reatino e Ascolano hanno le idee chiare in tema di ricostruzione. "Né container, né new town dopo le tendopoli - è l'idea che circola tra loro - ma mini-chalet sul modello di Onna, a L'Aquila, vicini a dove abitavamo". Il modello a cui guardano, dunque, è il Map, modulo abitativo provvisorio, a un unico piano, dai 40 ai 70 metri quadri a famiglia e interamente realizzato in legno. Per ritrovare il calore di una casa, anche se precaria, e per tentare di recuperare la quotidianità sotto un tetto sicuro.

Terremoto, Amatrice pensa al post-tendopoli: chalet come a Onna

Il modello OnnaTra le tante ipotesi, dunque, per il dopo-tendopoli, le popolazioni chiedono di ripetere il modello Onna (L'Aquila). I moduli abitativi provvisori in legno, nel paesino che fu cancellato dal sisma del 2009, furono finanziati dalla Germania di Angela Merkel. Per ognuno si richiedono venti giorni di lavoro e circa 50mila euro di spesa per 40 metri di casa, con un costo di circa 1.400 euro a metro quadro. Anche nelle zone distrutte dalla scossa del 24 agosto, la consegna potrebbe avvenire in tre mesi.

I dettagli del progettoAnche in questo caso si tratterebbe di mini-chalet su misura in legno massello, calibrati su ogni famiglia, da 40 a 70 metri quadri, dotati di impianto idrico-sanitario, cucina, riscaldamento e impianto elettrico-telefonico, poggiati su speciali basamenti costituiti da piastre in calcestruzzo dallo spessore di circa 20 centimetri, con funzione di isolante dal terreno. In tutto, una o due camere da letto, su un piano, con cucina e bagno, da consegnare entro il 30 settembre. Ne servirebbero circa 700 per il costo di 35 milioni di euro. Da stabilire le aree di insediamento.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali