FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Omicidio Ilaria Alpi e Miran Hrovatin: il gip rigetta la richiesta di archiviazione 

Contro lʼarchiviazione si erano espressi i familiari della reporter oltre a Fnsi, Usigrai e Ordine dei giornalisti. Il giudice ha chiesto anche gli atti relativi al caso di Mauro Rostagno per indagare possibili collegamenti

Il gip di Roma Andrea Fanelli ha rigettato la richiesta di archiviazione dell'inchiesta relativa all'omicidio della giornalista Ilaria Alpi e dell'operatore Miran Hrovatin, avvenuto il 20 marzo del 1994 a Mogadiscio, in Somalia. Il giudice ha disposto nuove indagini da completare entro 180 giorni. Contro l'archiviazione si erano espressi i familiari della reporter oltre a Fnsi, Usigrai e Ordine dei giornalisti.

Si tratta della seconda volta che la richiesta di archiviazione viene respinta. Il giudice, accogliendo in buona parte le istanze presentate dalle parti offese, ha inoltre disposto che venga ascoltato il direttore dell'Aisi al fine di verificare la "persistenza del segreto" sull'identità dell'informatore di cui si fa riferimento in una nota del Sisde del 1997.

 

Sono stati poi richiesti alla Procura accertamenti in relazione al ritardo con cui è stata trasmessa da Firenze, nell'aprile del 2018, la trascrizione di un'intercettazione tra due cittadini somali. Parlando di quanto avvenuto a Mogadiscio, i soggetti affermano che Ilaria "è stata uccisa dagli italiani".

 

Chiesti anche gli atti sul caso Rostagno - Rigettando la richiesta di archiviazione dell'indagine Alpi-Hrovatin, il gip Fanelli ha disposto di acquisire anche gli atti relativi al fascicolo di indagine sulla morte del giornalista Mauro Rostagno, ucciso dalla mafia nel 1988. La richiesta è stata effettuata per verificare eventuali possibili collegamenti tra i due casi.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali