FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

"Mi hanno chiesto di togliere gli slip al concorso per magistrato, li denuncerò"

Cristiana Sani, 30 anni, ha raccontato di essersi sentita umiliata e ferita dal comportamento di due agenti di polizia penitenziaria

"Mi hanno chiesto di togliere gli slip al concorso per magistrato, li denuncerò"

Una violenza. È così che Cristiana Sani, 30 anni, ha denunciato la brusca perquisizione subita durante il concorso per magistrati con un post su Facebook, a cui farà presto seguito un esposto a Csm e Procura. Il 26 gennaio, mentre svolgeva la terza prova dell’esame alla Fiera di Roma, lei e altre candidate sono state costrette da due agenti di polizia penitenziaria a spogliarsi interamente, in pubblico, per mostrare di non avere addosso bigliettini.

“Il clima era pesante e intimidatorio”, ha raccontato Sani al quotidiano Repubblica. “Ho visto una ragazza uscire dal bagno piangendo”. Intervistata, ha ricostruito l’accaduto: dopo le prime due ore e mezzo di esame, ai candidati è stato concesso di andare in bagno. Per sfoltire la fila davanti al bagno delle donne, due agenti di polizia penitenziaria hanno ordinato ad alcune candidate di usare i servizi esterni, ma loro si sono rifiutate: “Faceva freddo”, spiega Sani, “e avrebbero perso tempo prezioso per ultimare la prova”.

Secondo il racconto della aspirante magistrata, gli agenti hanno reagito iniziando a perquisire le candidate in cerca di bigliettini e trattandole con durezza: “Mi hanno detto di mettermi in un angolo del corridoio del bagno, dove chiunque poteva vedermi, chiedendomi di alzare la maglietta e di slacciare il reggiseno. Poi mi hanno chiesto di tirare giù i pantaloni”.

Quando le hanno chiesto di togliersi anche le mutande, Sani ha rifiutato. “Mi sentivo umiliata, ferita”, continua. “Eppure lavoro nei centri antiviolenza e credevo di essere pronta a reagire a un abuso del genere”.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali