FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Lʼallarme di Coldiretti: lʼinvasione della cimice asiatica mette a rischio i raccolti

Complice il caldo autunno, lʼinsetto si è moltiplicato in Veneto, Friuli, Piemonte e Lombardia distruggendo in campagna pere, mele, kiwi, uva, soia e mais. Disagi anche in città

Pere, mele, kiwi, uva, mais, soia. Raccolti in pericolo in Veneto, Friuli, Piemonte e Lombardia. Colpa di una cimice extracomunitaria che, complice il caldo autunno e la mancanza di rivali, infesta indisturbata le campagne del Nord Italia, creando non pochi disagi anche nelle città. L'allarme è di Coldiretti: "La cimice marmorata asiatica è solo l'ultimo dei parassiti inediti per l'Italia, che danneggiano l'agricoltura nazionale per oltre un miliardo di euro".

Non ha rivali: la cimice asiatica distrugge lʼagricoltura italiana

"A favorire la diffusione della cimice asiatica - sottolinea Coldiretti - è stato un autunno particolarmente caldo, con la moltiplicazione degli esemplari che non hanno in Italia antagonisti naturali. Un problema che rende molto difficile la lotta all'insetto, che da adulto è in grado di volare per lunghe distanze alla ricerca del cibo e sverna come adulto in edifici o in cassette e anfratti riparati per poi raggiungere in primavera le piante per alimentarsi, accoppiarsi e deporre le uova".

"La lotta per ora - osserva Coldiretti - può avvenire solo attraverso protezioni fisiche come le reti anti-insetti sulle colture perché non è possibile importare insetti antagonisti dalla Cina per motivi sanitari".

"L`invasione dei cosiddetti insetti alieni provenienti da altri continenti è dovuta - sostiene la Coldiretti - dall'intensificarsi degli scambi commerciali attraverso i quali sono arrivati in Italia dove hanno trovato un habitat favorevole a causa dei cambiamenti climatici. La cimice asiatica è infatti solo l`ultimo dei parassiti inediti per l'Italia dove nel tempo sono arrivati, per fare qualche esempio, dalla Popillia Japonica alla Drosophila suzukii, dal Dryocosmus kuriphilus alla Xylella, con un conto dei danni all`agricoltura nazionale stimato in oltre il miliardo di euro".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali