FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Macerata, in ospedale dai feriti un candidato di Potere al Popolo

Nella bufera politica sul tema immigrazione esplosa dopo il raid razzista di Macerata, una voce fuori dal coro è quella di Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista e candidato di Potere al Popolo. Lʼesponente politico di sinistra, il primo - e finora unico - a presentarsi nel nosocomio dal giorno dei fatti, ha fatto visita ai giovani feriti da Luca Traini e ha documentato la visita sulla sua pagina Facebook con tanto di foto e sorrisi. "Sono andato in ospedale a #Macerata a portare la solidarietà di #RifondazioneComunista e #Poterealpopolo ai feriti - scrive a corredo degli scatti realizzati da Giuliano Brandoni. - Nella foto cʼè Wilson Kofi e i suoi amici che erano in chirurgia per salutarlo. Kofi ha 20 anni e viene dal Ghana come l’amico Clemence. Lʼaltro ragazzo è del Bangladesh e abita con Kofi. Una bella internazionale!" "Pensare - conclude - che questi ragazzi dolcissimi siano percepiti come un pericolo, un problema di sicurezza, è davvero incredibile. Sabato a Macerata ci sarà una grande manifestazione antirazzista. I compagni di Potere al popolo ci stanno lavorando. #restiamoumani"

Macerata, in ospedale dai feriti un candidato di Potere al Popolo

clicca per guardare tutte le foto della gallery

Nella bufera politica sul tema immigrazione esplosa dopo il raid razzista di Macerata, una voce fuori dal coro è quella di Maurizio Acerbo, segretario nazionale di Rifondazione Comunista e candidato di Potere al Popolo. L'esponente politico di sinistra, il primo - e finora unico - a presentarsi nel nosocomio dal giorno dei fatti, ha fatto visita ai giovani feriti da Luca Traini e ha documentato la visita sulla sua pagina Facebook con tanto di foto e sorrisi. "Sono andato in ospedale a #Macerata a portare la solidarietà di #RifondazioneComunista e #Poterealpopolo ai feriti - scrive a corredo degli scatti realizzati da Giuliano Brandoni. - Nella foto c'è Wilson Kofi e i suoi amici che erano in chirurgia per salutarlo. Kofi ha 20 anni e viene dal Ghana come l’amico Clemence. L'altro ragazzo è del Bangladesh e abita con Kofi. Una bella internazionale!" "Pensare - conclude - che questi ragazzi dolcissimi siano percepiti come un pericolo, un problema di sicurezza, è davvero incredibile. Sabato a Macerata ci sarà una grande manifestazione antirazzista. I compagni di Potere al popolo ci stanno lavorando. #restiamoumani"