FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Fortuna, confermato in appello lʼergastolo a Raimondo Caputo

I magistrati hanno poi confermato 10 anni di carcere alla ex compagna dellʼuomo, Marianna Fabozzi

Ergastolo confermato dalla Corte d'assise d'appello di Napoli per Raimondo Caputo, ritenuto colpevole di aver abusato della piccola Fortuna Loffredo e averla poi scaraventata dal terrazzo dell'ottavo piano al Parco Verde di Caivano il 24 giugno 2014. I magistrati hanno poi confermato 10 anni di carcere alla ex compagna di Caputo, Marianna Fabozzi, per concorso in violenza sulla più piccola delle sue tre bambine, amiche di Fortuna, abusate da Caputo.

"Ritengo sia stata fatta giustizia, ora mi spetta dare un futuro a gli altri due miei figli" ha detto, tra le lacrime, Mimma Guardato, la mamma di Fortuna. La Guardato tra due giorni lascerà Napoli per iniziare una nuova vita a Mantova. Un passo, ha sottolineato, "che farò soprattutto per dare un futuro migliore ai miei bambini".

"E' una sentenza che mi aspettavo - ha commentato Gennaro Razzino, legale di Mimma Guardato - perché la sentenza di primo grado era scritta molto bene. Praticamente inattaccabile. Resta il grande dispiacere per una bambina morta. Chicca, in tenera età, è stata sottratta alla mamma e alla vita".

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali