FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Facebook perde appello contro azienda italiana: ha copiato una app

Il servizio Nearby del social network è stato giudicato una copia del software creato da una azienda milanese

Facebook perde appello contro azienda italiana: ha copiato una app

La Corte d'Appello civile di Milano ha confermato "integralmente" la condanna inflitta a Facebook per violazione del diritto d'autore e concorrenza sleale nei confronti di una società milanese, la Business Competence. Il collegio ha rigettato il ricorso del colosso dei social network sulla vicenda con al centro la app Faround creata dall'azienda italiana che sarebbe stata "copiata" dalla società di Mark Zuckerberg con la app Nearby.

La vicenda ha al centro la app Faround creata dalla società italiana che, come aveva concluso il tribunale in primo grado, sarebbe stata "copiata" dal colosso di Mark Zuckerberg con Nearby (l'applicazione che individua dove una persona si trova, i suoi gusti e in base a questi i ristoranti o i bar vicini e cosi' via). Inoltre alla fine del 2016 i giudici, nella fase cautelare del procedimento, avevano respinto la richiesta di Facebook di sospendere l'esecutività della sentenza di primo grado.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali