FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Sentenza "tempesta emotiva", protesta delle donne davanti alla Corte dʼappello a Bologna: vergogna

Le associazioni hanno fatto sapere che, se la Cassazione non dovesse rigettare la sentenza in questione, la protesta continuerà

Molte donne si sono date appuntamento davanti alla Corte d'appello di Bologna per protestare contro la sentenza che ha quasi dimezzato la pena per Michele Castaldo, omicida reo confesso della sua ex, Olga Matei. Le attenuanti generiche sono infatti state concesse, si legge nella sentenza, anche per una "tempesta emotiva" in preda alla quale Castaldo avrebbe agito. "Vergogna", hanno urlato le attiviste di diverse associazioni di difesa delle donne.

"Una sentenza vergognosa, che ci porta anni indietro, quando c'era il diritto d'onore", ha spiegato l'ex senatrice Pd Francesca Puglisi, che fa parte dell'associazione Towanda Dem. "Chiediamo che ci siano pool di magistrati giudicanti specializzati. Serve formazione, la commissione d'inchiesta sul femminicidio ha visto fare passi avanti per quanto riguarda la magistratura inquirente - ha aggiunto Puglisi - ma non si è fatto altrettanto con la magistratura giudicante e forse è per questo che ci sono sentenze così vergognose. In Spagna hanno la metà dei femminicidi che ci sono in Italia, dopo aver investito due miliardi di euro nel triennio per i centri anti-violenza, ma anche per le attività di formazione".

Le associazioni delle donne hanno fatto sapere che sul piano legale riprenderanno a costituirsi parte civile nei processi per femminicidio e se la Cassazione non dovesse rigettare la sentenza in questione la protesta continuerà.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali