FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Amazon diserta lʼincontro con i sindacati, nuovo sciopero a Piacenza

La società di Jeff Bezos non sembra intenzionata a trattare e le parti sociali continuano la loro battaglia per negoziare condizioni di lavoro migliori e uno stipendio più alto

Amazon diserta l'incontro con i sindacati, nuovo sciopero a Piacenza

Continua il braccio di ferro tra Amazon e i dipendenti, che chiedono condizioni di lavoro migliori, a Piacenza. Dopo che la società di Jeff Bezos non si è presentata al tavolo in Prefettura, i sindacati hanno proclamato uno sciopero di due ore a fine turno e organizzato un presidio davanti ai cancelli. La Cgil riferisce anche che l'azienda non voleva far entrare i sindacati nello stabilimento e che sono dovute intervenire le forze dell'ordine.

"Questa mattina eravamo regolarmente dal prefetto di Piacenza dopo aver acconsentito all'ennesima richiesta di spostare l'incontro con Amazon, e l'azienda non si è presentata all'appuntamento dimostrando di avere in spregio i lavoratori e lo Stato italiano". Lo ha detto Fiorenzo Molinari, segretario della Filcams-Cgil che stamattina avrebbe dovuto incontrare azienda e prefetto, insieme ai colleghi di Fisascat-Cisl, Uiltucs e Ugl terziario.

"Amazon - ha detto Molinari - non voleva far entrare i sindacati in azienda per svolgere assemblee già concordate e previste. E' stato necessario l'intervento del questore e dei carabinieri per far valere la legge. E' grazie alle forze dell'ordine che ci hanno accompagnato dentro l'azienda se siamo riusciti a incontrare in assemblea i lavoratori, per questo ringraziamo il questore di Piacenza e i carabinieri. Di fatto Amazon dimostra di voler giocare in un campo senza regole in cui l'unica legge che vige è quella del più forte".

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali