FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

"Da 0 a 4 quanto ti vergogni di loro?": il Comune di Nettuno sospende il questionario shock sui disabili

Il Comune di Anzio, competente per zona, aveva sottoposto ai nuclei familiari di Nettuno una serie di domande che hanno destato perplessità

"Il Comune di Nettuno ha immediatamente sospeso la somministrazione del questionario per un approfondimento con il competente Dipartimento della Regione Lazio".

Lo ha fatto sapere, in una nota, la stessa amministrazione in riferimento al

questionario destinato alle famiglie con disabili

che il comune di Anzio (nuovo referente di zona) aveva chiesto di compilare

per accedere ai fondi regionali

. Nel questionario, tra le altre cose, si chiedeva:

"Da zero a quattro quanto ti vergogni del tuo familiare?

Quanto risentimento provi nei suoi confronti? Quanto non ti senti a tuo agio quanto hai amici in casa?". Domande che hanno destato

non poche perplessità

. Ora, però, è arrivato lo stop.

 




Il questionario era necessario per arrotondare le entrate delle famiglie che si fanno carico di chi soffre di diverse disabilità. Oltre a quelle per

medicine

e

terapie

, si aggiungono le spese del trasporto per raggiungere i centri specializzati. Il Sistema sanitario nazionale ne copre una buona parte ma spesso i nuclei famigliari sono chiamati a fare sacrifici, anticipando i costi delle varie terapie e attendendo il rimborso che potrebbe arrivare in ritardo.



Secondo quanto riporta La Repubblica numerosi nuclei familiari hanno deciso di fare richiesta della somma di denaro messa a disposizione dalla

Regione

. Nonostante quest'ultima avesse confermato la disponibilità, dopo diverso tempo, i fondi non sono stati erogati. La causa è attribuibile al passaggio di competenza in materia dal comune di Nettuno a quello di

Anzio.

Il nuovo ente ha richiesto agli utenti un ulteriore invio di documenti. Tra questi, il già citato questionario il cui scopo era quello di rilevare "

lo stress percepito dal care-giver

”. La sezione che contiene le domande incriminate è quella definita semplicemente 

Carico Emotivo

.




Poche domande

alle quali i tutori avrebbero dovuto indicare,

con un voto da 0 a 4

, quanta vergogna, imbarazzo o risentimento, provassero nei loro confronti, durante diverse occasioni sociali. Mamme e papà romani si sono sentiti, a questo punto, quasi presi in giro perché, trattandosi dei propri figli e persone piuttosto fragili, avrebbero preferito che questo argomento fosse stato

analizzato

alla presenza di uno specialista

e non rimandato a una semplice casella con un numero di un freddo foglio stampato.


Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali