FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Covid, sabato di shopping natalizio nelle grandi città: code davanti ai negozi | Zaia: "Fiumi umani verso i centri" 

Il governatore del Veneto lancia lʼallarme: "Non possiamo teleguidare le persone. Più che dare raccomandazioni non possiamo fare"

Coronavirus, a Milano si ripopolano le vie dello shopping per i regali di Natale: code davanti ai negozi  

Da Nord a Sud le vie del centro delle grandi città tornano a riempirsi di persone in questo primo sabato di dicembre dedicato allo shopping natalizio. In molte Regioni, dopo l'allentamento delle misure per contenere la pandemia di Covid-19, sono stati riaperti i negozi. Per far rispettare le misure di sicurezza all’interno delle attività commerciali si sono formate, però, lunghe code con conseguenti assembramenti all'esterno. 

Zaia: "Fiumi umani verso le città" Non nasconde le sue preoccupazioni per possibili assembramenti nella corsa agli acquisti il governatore del Veneto, Luca Zaia: "Purtroppo vediamo che ci sono fiumi umani che si dirigono verso i centri delle città - ha affermato -. Non possiamo teleguidare le persone perché, anche se qualcuno lo potesse fare, sarebbe un fatto assolutamente negativissimo. Più che dare raccomandazioni, altro non possiamo fare".

 

"Una parte di popolazione non ha capito la situazione in cui ci troviamo" "Se dovessimo ancora mettere mano ad ordinanze per continuare a intervenire sugli assembramenti - ha aggiunto -, vuol dire che qualcosa non funziona. Forse c'è una parte di popolazione che non ha capito quali siano le condizioni nelle quali ci troviamo ad operare. C'è, nonostante gli appelli, chi si mette in coda per entrare in un grande magazzino ed è disposto a farlo, pensando che non sia un problema. Nonostante tutte le raccomandazioni inascoltate mie e a livello nazionale da parte di tutti, avremmo i grandi magazzini pieni, i negozi che tracimeranno di persone per fare gli acquisti".

 

A Torino debuttano i vigilantes Nel frattempo, a Torino debuttano i vigilantes anti assembramento. Dopo le polemiche per la folla del primo weekend di negozi aperti, la scorsa settimana, i grandi negozi del centro sono corsi ai ripari, su indicazione del Comitato provinciale per l'Ordine pubblico e la Sicurezza, affidando alla vigilanza privata il controllo del flusso dei clienti. 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali