FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

TEMPO REALE

Covid, lunedì riapre la scuola per 760mila studenti in 5 regioni

Tornano in classe 600mila ragazzi in Lombardia (200mila delle medie e 400mila delle superiori) e 360mila in Liguria, Marche e Umbria e Campania

Con il ritorno in zona arancione, possono rientrare in una scuola 600mila studenti lombardi (200mila delle medie e 400mila delle superiori) che finora erano "confinati" in didattica a distanza. Quelli delle medie ripartiranno già lunedì, per quelli delle superiori servirà qualche giorno per riaprire le strutture. Da lunedì tornano in classe anche altri 360mila studenti: quelli delle superiori di Liguria, Marche e Umbria, e delle medie in Campania.

Lombardia - In Lombardia, le scuole superiori hanno qualche giorno in più per attrezzarsi alla ripresa delle lezioni in presenza al 50%: la prefettura ha inviato una lettera ai dirigenti scolastici spiegando che, in considerazione del poco preavviso per la ripresa - notizia peraltro arrivata nel fine settimana - per le scuole c'è la possibilità di avere un differimento pur limitato dai dati del 25 gennaio, in modo di informare studenti e famiglie.

 

Scuola e covid: è davvero un rischio riaprire gli istituti?

 

Lazio - Sabato mattina è stata alta la tensione al liceo Kant, alla periferia di Roma, dove la polizia è intervenuta durante il tentativo di alcuni studenti di occupare la scuola. I ragazzi, insieme a quelli di altri istituti superiori della capitale, protestano da lunedì scorso, giorno di ripresa delle lezioni, contro di ingresso alle 10, i trasporti, a loro dire insufficienti, le aule fredde. E raccontano che uno di loro sarebbe stato picchiato dai poliziotti, mentre la polizia conta due agenti refertati in ospedale con 5 giorni di prognosi. L'Ufficio Scolastico del Lazio fa sapere di seguire la situazione.

 

Altri 360mila studenti in aula - Lunedì a scuola torneranno altri 360 mila studenti (per l'esattezza 353.579): sono quelli delle superiori nelle regioni Liguria, Marche, Umbria (che si alterneranno in percentuali che vanno dal 50 al 75%) e delle medie in Campania. Si sommano ai 640 mila studenti delle superiori tornati in classe lunedì scorso, 18 gennaio, nel Lazio, in Emilia Romagna, in Molise e in Piemonte. L'11 gennaio erano tornati sui banchi in Valle d'Aosta, Toscana e Abruzzo. In Trentino Alto Adige gli studenti avevano fatto ritorno già dal 7 gennaio.

 

Chi manca all'appello - All'appello mancano gli studenti delle superiori in Friuli Venezia Giulia, Veneto, Sardegna, Basilicata, della Calabria, della Campania e della Puglia per i quali è stato stabilito che si tornerà il 1 febbraio. "Secondo il monitoraggio settimanale dell'Istituto Superiore di Sanità, l'indice Rt nazionale è sceso sotto 1. Dobbiamo restare prudenti, rispettare le regole ed essere molto, molto responsabili, ma è una notizia importante, anche per la scuola", fa notare la ministra dell'Istruzione, Lucia Azzolina. 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali