FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Coronavirus, in Italia 10.925 nuovi casi in un giorno e 47 morti

La Regione in cui ci sono stati più nuovi contagi è la Lombardia (2.664), seguita dalla Campania (1.410) e dal Lazio (994). Domenica Conte presenta il nuovo dcpm

ministero salute

In Italia si sono registrati altri 10.925 casi di caronavirus, a fronte di 165.837 tamponi effettuati (il giorno precedente l'incremento era stato di 10.010 con 150.377 test). Nelle ultime 24 ore i morti sono stati 47, in diminuzione rispetto al 16 ottobre quando se ne erano registrati 55. I guariti sono stati, invece, 1.255. La Regione in cui ci sono stati più nuovi contagi è la Lombardia (2.664), seguita dalla Campania (1.410) e dal Lazio (994).

LA MAPPA E I GRAFICI INTERATTIVI > La situazione dei contagi in Italia

 

Superati i 400mila contagi - Con i nuovi casi registrati, l'Italia ha superato i 400mila contagi. Dall'inizio della pandemia, le persone che hanno contratto la malattia sono 402.536. I decessi sono arrivati, invece, a quota 36.474. Continua anche a salire il numero dei guariti: con i 1.255 di oggi, si arriva a 249.127 persone che hanno sconfitto il virus.

 

Terapie intensive - Continuano a riempirsi le terapie intensive: i ricoveri sono, infatti, saliti di 67 unità (705 in totale). Sotto pressione anche i reparti non Covid-19: i pazienti in più ricoverati sono 439, per un totale di 6617.

 

La Lombardia - Il numero più alto si è registrato in Lombardia, con 2.664 nuovi casi di coronavirus su 29.053 tamponi effettuati, per una percentuale pari al 9,1%, in crescita rispetto a ieri (7,9%), quando c'erano stati 2.419 contagiati con 1.500 tamponi in più. Sono 13 i decessi per un totale di 17.057 morti nella Regione dall'inizio della pandemia. Crescono sia i ricoveri in terapia intensiva (+25 per un totale di 96), sia quelli negli altri reparti (+109 per un totale di 943). Milano è sempre la provincia più colpita con oltre metà dei casi (1.388, di cui 634 a Milano città).

 

La Campania - Nuovo balzo in avanti per i positivi in Campania: 1.410 (1.343 asintomatici, 67 sintomatici) rispetto ai 1.261 precedenti, su 14.704 tamponi. Non si registrano decessi e i guariti del giorno sono 74. I posti letto di terapia intensiva occupati sono 75 su 110 complessivi, i posti letto di degenza occupati sono 817 su 840 complessivi.

 

Il Lazio - Su quasi 28mila tamponi, vero e proprio record, nel Lazio si registrano 994 casi positivi, 12 i decessi e 62 i guariti. Lo rende noto l'assessore regionale alla Sanità Alessio D'Amato. "I positivi sui tamponi effettuati sono il 3,6%. C'è troppa psicosi per i tamponi, ne stiamo facendo un numero enorme, il più alto numero di testati in rapporto alla popolazione. Ricordo che è opportuno che ci sia una indicazione medica e soprattutto per i casi di contatto è inutile fare la corsa al tampone nell'immediatezza. Serve contattare il proprio medico, seguire le sue indicazioni e aspettare almeno il periodo dell'incubazione altrimenti il rischio è quello di non accertare un'eventuale positivita'".

 

Le altre Regioni - In Piemonte si sono registrati altri 972 contagi, in Toscana 879, in Veneto 774, in Emilia-Romagna 641. Tutte le altre Regioni hanno registrato meno di 500 casi in un giorno. La Regione con il dato più basso è la Basilicata (57). 

 

Conte presenterà domenica 18 ottobre il nuovo dpcm A causa dell'aumento dei casi di coronavirus, il governo sta lavorando, insieme a Regioni ed enti locali, a nuove misure restrittive volte a fermare il contagio. Il nuovo dpcm verrà presentato dal premier Giuseppe Conte domenica 18 ottobre durante una conferenza stampa. Lo hanno precisato fonti di palazzo Chigi, dopo le anticipazioni divulgate dai mezzi di informazione. 

 

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali