FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Chieti, rapina in villa: coppia picchiata, tagliato il lobo dellʼorecchio alla moglie

Le vittime sono Carlo Martelli, 69enne fondatore dellʼassociazione Anffas, e la moglie Niva Bazzan. In casa anche il figlio disabile

Rapina cruenta nella notte tra sabato e domenica in una villa in località Carminiello di Lanciano (Chieti). Le vittime sono Carlo Martelli, 69 anni, fondatore dell' associazione Anffas, e la moglie Niva Bazzan alla quale i malviventi hanno tagliato il lobo dell'orecchio destro. Illeso il figlio disabile. In quattro, incappucciati, dopo essere entrati in casa, hanno legato i coniugi e li hanno picchiati facendosi consegnare bancomat e carte di credito.

I rapinatori hanno messo a soqquadro anche la stanza del figlio della coppia, ma non hanno toccato il ragazzo. "Ero convinto che ci avrebbero ammazzato tutti perché ormai, con il sequestro, la violenza... ero certo che sarebbe successo il peggio", ha detto Martelli al Tg1. "Sono stato sbattuto a terra e poi legato mani e piedi, tipo incaprettatura. Nel frattempo mia moglie è stata presa e l'hanno legata. Uno solo parlava e diceva: 'O ci dite dov'è la cassaforte o taglio sua moglie a pezzetti'".

Due ore nelle mani dei rapinatori - Dopo circa due ore, attorno alle 6, gli ostaggi sono riusciti a liberarsi e a dare l'allarme. I banditi avrebbero picchiato la coppia per farsi rivelare dove fosse la cassaforte, che in realtà non sarebbe presente nell'abitazione. A quel punto tre dei quattro malviventi sarebbero usciti per andare a prelevare al bancomat con l'auto della donna, una Toyota Yaris bianca. Quando i quattro sono fuggiti, a bordo dell'auto del medico, una Fiat Sedici grigio metallizzata, l'uomo è riuscito a liberarsi dalle fascette di plastica con cui era stato legato e a liberare anche la moglie. Gli investigatori non escludono che potesse esserci anche un quinto uomo che forse fungeva da palo.

Il lobo dell'orecchio tagliato con una roncola - I feriti sono sottoposti a cure all'ospedale di Lanciano. La donna è in chirurgia dove si sta verificando la possibilità di ricucire il lobo dell'orecchio. Il marito ha riportato un trauma cranico facciale per i numerosi pugni ricevuto ed è sotto osservazione. Secondo quanto raccontato dalla coppia, il lobo dell'orecchio destro della donna sarebbe stato mozzato con una specie di piccola roncola con il manico di legno che i banditi avrebbero trovato nella taverna sottostante l'abitazione.

Il fratello: "Peggio di Arancia meccanica" - "Quel film, 'Arancia meccanica' forse fa ridere in confronto a quello che hanno fatto alle persone, anche perché c'era un ragazzo disabile e hanno frugato anche nella sua stanza. Fortunatamente non lo hanno toccato". A dirlo è il fratello di Carlo Martelli, Alfredo, che è stato il primo a soccorrere i due coniugi. E racconta che in zona ci sono state "altre rapine alle villette a schiera. A casa del maresciallo, e in un'altra casa due volte. Sono stati costretti a mettere inferriate e telecamere, ma le telecamere non servono a niente, sono incappucciati e dopo che è successo il fatto non si può più fare niente".

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali