FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Catturato dopo alcune settimane di panico il "fantasma di Venezia": subito rimesso il libertà

Lʼuomo, un cittadino kosovaro di 30 anni, minacciava i passanti con una lama di 10 centimetri in tasca

Si aggirava di notte in Calle Contarini senza documenti, ma con la lama di un coltello di 10 centimetri in tasca e della droga: due grammi e mezzo di eroina, nei calzini. Alla vista della volante lagunare ha tentato la fuga, ma è stato bloccato e denunciato. Il fantasma delle calli di Venezia - così era stato ribattezzato -, un’ombra misteriosa che da settimane, all’imbrunire, si aggirava per il centro storico terrorizzando i passanti, è già tornato in libertà.

Nei suoi confronti una denuncia per porto di oggetti atti ad offendere e la detenzione di sostanze stupefacenti. E così, nonostante le numerose segnalazioni di aggressioni notturne nella zona tra San Marco e Rialto, con tanto di coltello e minacce, il cittadino kosovaro, 30 anni, già noto alle forze dell’ordine per spaccio, è subito tornato a casa.

Nei giorni scorsi Il “fantasma” era finito al centro di un tam-tam, non solo sui social. La fotografia del trentenne, barba e capello rasato, era finita sui muri della Serenissima, corredata da scritte inequivocabili: "Attenzione Pericolo per Venezia". Un nuovo incubo sicurezza a pochi giorni dal Carnevale.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali