FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Caso Yara, Bossetti alla moglie: "Sono innocente, mi hanno fregato"

Quarto Grado mostra le immagini del primo colloquio in carcere tra Massimo Bossetti e la moglie Marita. Lʼuomo in lacrime si sfoga: "Io non avrei mai fatto una cosa del genere"

"Sono innocente, mi hanno fregato". Massimo Bossetti piange e si sfoga con la moglie Marita chiedendo il suo aiuto: "Io non ho fatto niente". Quarto Grado mostra le immagini inedite di uno dei primi colloqui in carcere tra l'uomo e la moglie. Bossetti è disperato, affranto e si mostra in tutta la sua fragilità.

Bossetti racconta alla moglie come lo hanno portato via dal cantiere: "Tutti mi guardavano, tutti quelli del paese. Mi dicevano assassino". Contro di lui la prova principe del Dna il carcere il processo, la vita che cambia di colpo, nella solitudine di una cella.

Il carpentiere di Mapello chino su quel tavolo sembra un uomo solo e disperato Marita sua moglie cerca di rassicurarlo: "Noi ti crediamo Massi, ti credo". Marita non lo ha mai abbandonato in questi anni. "Ce la faremo Massi", gli ripete lei, ma la condanna all'ergastolo prima annunciata c'è stata: carcere a vita fine pena mai e in questo colloquio si vede solo un uomo distrutto che all'infinito ripete: "Sto pagando per un altro".

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali