FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Vannini, a "Le Iene" le ombre sul passato di Ciontoli e i verbali delle due prostitute

Dopo settimane di ricerche lʼinviato Giulio Golia ha ottenuto i verbali delle due due prostitute che 20 anni fa avevano accusato lʼuomo dopo una prestazione sessuale non pagata

 

 

"Le Iene", aggiungono un nuovo tassello legato alla figura di Antonio Ciontoli, uno dei protagonisti dell'omicidio di Marco Vannini. Dopo settimane di ricerche l'inviato Giulio Golia ha ottenuto i verbali delle due due prostitute, Silvia e Marca, che 20 anni fa avevano accusato Ciontoli e si è messo sulle loro tracce.

 

Era il il 12 gennaio 2000: i carabinieri vengono fermati da una ragazza di colore, Silvia, appunto, di origine senegalese. “Denunciava che uno sconosciuto dopo aver avuto un rapporto sessuale con lei e una sua amica (Marca, ndr), gli mostrava un tesserino militare, si spacciava per poliziotto, si rifiutava di pagare la prestazione e si impossessava di 200mila lire”, si legge nel verbale. Circostanza che Ciontoli durante l’interrogatorio ha negato con fermezza. 

 

Le donne però nei verbali raccontano l'accaduto. “Diceva che chiamava i suoi amici, scendevamo dalla sua auto e nel controllare la mia borsa notavo che mancava la somma di 200mila lire. Intanto Silvia si segna la targa della macchina e Ciontoli se ne va”, dichiara Marca. Ed è grazie a questa targa che poche ore dopo i carabinieri identificano Antonio Ciontoli. 

 

Per quanto, invece, riguarda l'omicidio di Marco Vannini, cinque anni dopo la morte del giovane nella casa della fidanzata Martina, è stato fissato all'8 luglio l'inzio del processo d’Appello bis alla famiglia Ciontoli. Il nuovo dibattimento, disposto dalla Cassazione, vorrà far luce su quanto successo il 18 maggio del 2015 nella villetta di Ladispoli (Roma).

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali