FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Car2go vieta ai clienti di "portare le auto al Sud e allʼestero": scoppiano le polemiche sui social

La società tacciata di "razzismo" risponde da Facebook: "Limite per ragioni di controllo". Ma cʼè chi pensa che sia colpa dei furti

Car2go vieta ai clienti di "portare le auto al Sud e all'estero": scoppiano le polemiche sui social

Bufera social su Car2go, l'azienda tedesca di car sharing con 1.900 veicoli a disposizione a Milano, Torino, Roma, Firenze e Roma. Nelle nuove norme, arrivate tramite e-mail agli iscritti, c'è il "divieto di portare le auto all'estero e in cinque regioni del Sud (Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia)". La notizia ha detonato le aspre critiche dei clienti, che, sulla pagina Facebook della società, hanno tacciato Car2go di "razzismo".

Nessuna spiegazione è arrivata dai vertici italiani dell'azienda tedesca. L'unica risposta è stata data via social: "Per ragioni di controllo e gestione della flotta (che sarà arricchita dai nuovi modelli a quattro posti, ndr) è stato deciso di limitare geograficamente l'utilizzo di Car2go. Per gli stessi motivi non è possibile recarsi all'estero". Sull'uscita dai limiti territoriali italiani può esserci una logica - come scrive La Repubblica - dato che il noleggio costerebbe 59 euro per 24 ore. 

Ma sulle cinque regioni del Sud la replica della società alle polemiche appare poco esaustiva. Nel dibattito social si ipotizza che dietro questa scelta ci sia la classifica rilasciata dal Viminale sui furti d'auto. Al primo posto infatti c'è la Campania (23.682 nel 2015), seguita da Lazio (18.709 denunce), Puglia (17.046), Lombardia e Sicilia.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali