FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Pedofilo ucciso a Benevento, la Procura: i mandanti sono i familiari della 15enne abusata

Matarazzo aveva scontato una condanna a 11 anni e 6 mesi in quanto responsabile di abusi su una ragazzina che si tolse la vita impiccandosi ad un albero

"L'omicidio di Giuseppe Matarazzo è stato sicuramente su commissione". Lo ha detto il procuratore di Benevento, Aldo Policastro, commentando i due arresti per l'omicidio del pedofilo ucciso a distanza di un mese dall'uscita dal carcere. Le indagini vanno avanti alla ricerca di un eventuale intermediario e dei mandanti che, secondo la Procura, sono da individuarsi nell'ambito familiare della 15enne che si impiccò ad un albero nel 2008.

Il pastore di 45 anni di Frasso Telesino, nel Beneventano, venne ucciso con due colpi di pistola lo scorso 19 luglio, dinanzi alla sua casa. I due arrestati di oggi, pregiudicati, sarebbero, dunque, esecutori e la 'prova' viene fuori anche da indagini patrimoniali fatte dai carabinieri del comando provinciale di Benevento secondo le quali sarebbero stati pagati per l'omicidio alcune migliaia di euro. Non è escluso un terzo complice.

Matarazzo aveva scontato una condanna a 11 anni e 6 mesi in quanto responsabile di abusi su una quindicenne che il 6 gennaio del 2008 si tolse la vita impiccandosi ad un albero.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali