FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Palinuro, tre sub dispersi a 50 metri di profondità

Il sindaco: "Cʼè una bolla dʼaria, speriamo ancora"

Tre sub risultano dispersi in mare a Palinuro, nel Salernitano, dove in mattinata si sono immersi per un'escursione. I tre sono scesi a 50 metri di profondità, nei pressi di Punta Iacco, nelle acque della "Cala Fetente". ''All'interno della grotta c'è una bolla d'aria nella quale potrebbero essersi rifugiati, quindi potrebbero essere ancora vivi'', ha detto il sindaco di Centola-Palinuro, Carmelo Stanziona, aprendo uno spiraglio di speranza.

Palinuro, i sub morti durante unʼimmersione "a parete"

I tre sub dispersi sono Mauro Cammardella e Mauro Tancredi, entrambi di Palinuro, e il milanese Silvio Anzola.

L'immersione nei pressi della "Cala Fetente" è stata organizzata dal centro Mauro Sub di Centola, il cui titolare è uno dei sub dispersi. Nella mattina di venerdì sono usciti in dodici per l'escursione ma solo in tre sono andati in quello che è considerato il punto più pericoloso e profondo. Cammardella e Tancredi sono sub molto esperti: il primo oltre ad essere titolare del centro diving è istruttore, il secondo assistente istruttore.

"Non ci siamo accorti di nulla perché abbiamo seguito un percorso diverso - ha raccontato uno dei dodici sub -. Solo quando siamo tutti risaliti e ci siamo resi conto della loro assenza è stato lanciato l' allarme dalla barca".

Nel 2012 morirono 4 sub - Nel giugno 2012, sempre nelle acque di Palinuro, perla del Cilento ricca di grotte e insenature, morirono quattro sub: tre uomini e una donna. Le persone decedute facevano parte di un gruppo di nove sub: cinque erano riusciti a uscire dalla grotta, mentre gli altri quattro erano rimasti intrappolati all'interno.

Dal 1984 al 1998 altre 7 vittime - Il 2 settembre 1998 morirono nei fondali della Grotta Azzurra di Palinuro due subacquei milanesi. Un altro incidente avvenne nel 1996, quando a perdere la vita furono tre cittadini polacchi durante un'immersione nella zona nella grotta denominata "Scaletta" a Punta Iacco. Nel 1984, il 16 agosto, morirono due giovani speleologi subacquei friulani.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali