FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Morto il 18enne scomparso a Salerno, è stato accoltellato al petto: un coetaneo confessa lʼomicidio

Il corpo del giovane, di cui si erano perse le tracce il 6 aprile, è stato rinvenuto in una scarpata. Il movente è legato allo spaccio di droga

Morto il 18enne scomparso a Salerno, è stato accoltellato al petto: un coetaneo confessa l'omicidio

Antonio Alexander Pascuzzo, il 18enne di Buonabitacolo (Salerno) di cui si erano perse le tracce il 6 aprile, è stato trovato morto in una scarpata, in una zona non molto lontana dal centro del piccolo paese del Vallo di Diano. Il giovane è stato ucciso con sette coltellate al petto circa tre giorni fa. Il 18enne era stato arrestato per spaccio di stupefacenti nei mesi scorsi. Un suo coetaneo ha confessato il delitto dopo essere stato fermato.

Il presunto omicida, condotto nel carcere di Potenza e anch'egli originario dello stesso paese della vittima, è stato interrogato dagli inquirenti per tutta la notte scorsa nella caserma dei carabinieri di Sala Consilina. Il giovane, incensurato ed apprendista macellaio, ha ammesso di aver ucciso Pascuzzo la sera stessa della sua scomparsa per impossessarsi di un modesto quantitativo di marijuana detenuta dalla vittima.

L'autopsia sulla salma si terrà lunedì. Per tutta la scorsa settimana le forze dell'ordine, amici e volontari della protezione civile hanno setacciato il paese e le zone limitrofe in cerca del giovane, fino al tragico epilogo. Il 18enne viveva a Buonabitacolo da qualche mese con il padre e lo zio dopo essere rientrato dal Perù, dove attualmente abita la madre separata dal padre.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali