FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

A Castel Baronia la giunta comunale è senza donne: imposto lʼingresso della capogruppo di minoranza

Patrizia Reale ha vinto la sua battaglia: era lʼunica donna in Consiglio disponibile a occupare il posto di assessore, dopo il rifiuto di tre consigliere di maggioranza

A Castel Baronia la giunta comunale è senza donne: imposto l'ingresso della capogruppo di minoranza
Patrizia Reale

Nel comune di Castel Baronia (Avellino) non c'è la giunta. O meglio, il sindaco ha deciso di non convocarla più. Dopo aver incassato il 'no' delle donne della sua maggioranza per occupare un posto di assessore, il difensore civico della Campania ha deciso che nella squadra del sindaco deve entrare il capogruppo dell'opposizione, l'unica donna in Consiglio comunale disponibile a ottenere il tal posto.

Il rifiuto delle tre consigliere di maggioranza a ricoprire il ruolo di assessore ha quindi portato in maggioranza Patrizia Reale, capogruppo dell'opposizione: il sindaco Felice Martone deve infatti rispettare la parità di genere. E' da due anni che Reale conduce una vera e propria battaglia contro il sindaco, reo di non aver nominato alla sua vittoria una donna assessore. Illegittimo dunque il suo operato, che il primo cittadino ha sempre però difeso. Salta ora la nomina di Fabio Montalbetti, che dovrà far posto alla nuova arrivata.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali