FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
DirettaCanale 51

Napoli, denuncia il padre su Facebook per i pestaggi: lui le spacca il naso

L'uomo per vendetta aveva anche investito la cognata. Le forze dell'ordine lo hanno arrestato per violenze in famiglia

- Un 51enne di Afragola, nel Napoletano, è stato arrestato per aver investito la sorella della moglie con la propria autovettura, al termine di un litigio con moglie e figlia. L'uomo aveva poco prima picchiato e rotto il naso alla figlia perché aveva chiesto aiuto su Facebook per le continue violenze subite in casa. Secondo quanto accertato dalle forze dell'ordine l'arrestato sottoponeva moglie e figlia a continui pestaggi.

Napoli, denuncia il padre su Facebook per i pestaggi: lui le spacca il naso

Giuseppe P. ha investito la cognata nell'androne del palazzo dove la moglie del 51enne aveva trovato rifugio al termine dell'ennesima violenza subita in famiglia. Secondo quanto accertato dai vigili urbani al comando del maggiore Luigi Maiello, infatti, l'uomo sottoponeva moglie e figlia a continui pestaggi, provocando lesioni alle due donne in diverse occasioni.

Prima di investire la cognata, il marito violento aveva rotto il naso alla figlia tanto da spingere la ragazza a pubblicare una disperata richiesta di aiuto via Facebook, una richiesta che però ha scatenato la furia dell'uomo.

Le due donne, nel tentativo di sfuggire all'aguzzino, sono scappate ed hanno chiesto aiuto ai parenti, ma l'uomo le ha raggiunte a bordo di una Smart, cercando di investire ripetute volte i presenti, fino a quando non ha preso in pieno la cognata, che è rimasta esanime sull'asfalto fino all'arrivo del 118. La donna ha riportato un trauma cranico, ed ha voluto lasciare l'ospedale nel quale era stata ricoverata. Il cognato, invece, è stato arrestato dagli agenti della polizia municipale, che lo hanno rintracciato a casa, dove si era barricato minacciando il suicidio. Ora è rinchiuso nel carcere di Poggioreale.

TAG:
Napoli
Afragola
Facebook