FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Insegnavano a scuola con diplomi falsi: 33 persone indagate in tutta Italia

Sono accusate di falsità ideologica commessa dal privato e falsità materiale in atto pubblico. I falsi titoli venivano rilasciati da istituti del Cosentino

La Procura di Cosenza ha emesso un avviso di garanzia nei confronti di 33 persone che avrebbero insegnato nelle scuole grazie a diplomi falsi. Le indagini hanno accertato un sistema, diffuso sull'intero territorio nazionale, che avrebbe consentito la falsificazione e l'utilizzo di diplomi apparentemente rilasciati da istituti magistrali statali e paritari della provincia di Cosenza.

In alcuni casi, i diplomi di specializzazione risultano addirittura rilasciati successivamente alla chiusura dell'istituto in cui sarebbero stati conseguiti. I documenti falsificati sono stati adoperati dagli indagati, su tutto il territorio nazionale, sia per l'inserimento nelle graduatorie ad esaurimento, sia in quelle d'istituto, preliminari all'assunzione come insegnanti nelle scuole primarie e dell'infanzia. I 33, tutti originari della provincia di Cosenza, sono accusati di falsità ideologica commessa dal privato e falsità materiale in atto pubblico.

Dopo le indagini, alcuni dirigenti scolastici hanno adottato provvedimenti di sospensione nei confronti di insegnanti regolarmente assunti sulla base di titoli risultati falsi. Si tratta di una "situazione di indubbia gravità", ha spiegato il Procuratore della Repubblica, Mario Spagnuolo. "Fino ad oggi gli indagati hanno svolto attività di insegnamento in assenza dei titoli necessari, dei requisiti richiesti e della formazione adeguata".

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali