FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Agricoltore ucciso in Calabria, fermato lʼomicida: "Ero esasperato dalle continue liti per i nostri terreni"

Lʼuomo, un piccolo imprenditore agricolo 49enne, ha confessato

Agricoltore ucciso in Calabria, fermato l'omicida: "Ero esasperato dalle continue liti per i nostri terreni"

E' stato fermato con l'accusa di omicidio Cosma Damiano Sibio, il piccolo imprenditore agricolo 49enne di San Calogero (Vibo Valentia) che lunedì, dopo l'ennesima lite per questioni di confini dei terreni, ha sparato otto colpi di pistola contro Domenico Antonio Valenti, agricoltore di 74 anni, uccidendolo. Sibio è stato interrogato dal pm Claudia Colucci e ha ammesso le proprie responsabilità, confermando che tra lui e Valenti non correva buon sangue.

L'omicida: "Esasperato dalla situazione" - Il provvedimento di fermo è stato eseguito dai carabinieri della Compagnia di Tropea che poche ore dopo l'omicidio avevano condotto il sospettato in caserma. Sibio al magistrato ha detto di avere portato con sé la pistola e di avere fatto fuoco contro Valenti, che era in macchina, esasperato per la situazione venutasi a creare.

Trovato dai carabinieri mentre vagava in strada - Otto sono i fori rilevati sulla carrozzeria della vettura. La vittima è stata raggiunta al fianco sinistro, al polpaccio e a un braccio, ed è morta sul colpo. Pochi minuti dopo il delitto, Sibio era stato individuato dai carabinieri mentre vagava senza meta per le strade del paese. L'arma del delitto, una calibro 9, è stata recuperata.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali