FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

ʼNdrangheta, 24 arresti in Calabria: in manette anche lʼex deputato Galati

Nellʼoperazione "Quinta bolgia" eseguita dalla guardia di finanza è finito ai domiciliari lʼex parlamentare del centrodestra

'Ndrangheta, 24 arresti in Calabria: in manette anche l'ex deputato Galati

I militari del nucleo di polizia economico-finanziaria della guardia di finanza di Catanzaro hanno eseguito 24 ordinanze di custodia cautelare (12 in carcere e 12 agli arresti domiciliari) e il sequestro di beni per un valore di dieci milioni di euro. Ai domicialiari anche l'ex deputato Giuseppe Galati, del centrodestra. Si tratta della conclusione dell'operazione "Quinta bolgia" condotta dal Procuratore Nicola Gratteri e dalla Dda di Catanzaro.

Giuseppe Galati, avvvocato catanzarese, è stato eletto prima con l'Udc, poi è passato con Forza Italia e, successivamente, con Ala. Alle ultime elezioni politiche di marzo, Galati si era candidato al Senato con la lista "Noi con l'Italia", ma non era stato eletto. E' stato sottosegretario alle Attività produttive dal 2001 al 2006 e all'Istruzione nel 2011 in tre governi Berlusconi.

Tra gli arrestati figurano anche l'ex direttore generale dell'Azienda sanitaria provinciale di Catanzaro, Giuseppe Perri, l'ex direttore amministrativo (fino all'ottobre 2017), Giuseppe Pugliese, e l'ex responsabile del Suem 118, Eliseo Ciccone. I tre sono accusati di plurimi episodi di abuso d'ufficio: avrebbero favorito un gruppo imprenditoriale 'ndranghetistico nella fornitura del servizio sostitutivo delle ambulanze del 118, continuando a prorogare l'affidamento dal 2010 al 2017 in assenza di una gara formale.

Dodici delle 24 persone coinvolte nell'operazione sono state condotte in carcere, mentre per le altre 12, tra cui Galati, sono stati disposti gli arresti domiciliari.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali