FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Brescia, rubati gli angioletti in ricordo della famiglia francese morta nel rogo di Montirone

Le cinque statuette erano state poste lungo lʼautostrada A21 per commemorare le vittime: sul web indignazione e mobilitazione

Brescia, rubati gli angioletti in ricordo della famiglia francese morta nel rogo di Montirone

Cinque erano i membri della famiglia francese, tre adulti e due bimbi, che sono morti, lo scorso gennaio, divorati dalle fiamme a causa di un tragico incidente sull'autostrada A21 all'altezza del comune di Montirone, nel Bresciano. Cinque erano anche gli angioletti che sono stati posti a ridosso del guardrail per commemorare le vittime. "Erano" perché ora di angioletti ne sono rimasti soltanto tre. Gli altri due, con ogni probabilità, sono stati rubati. A denunciare l'accaduto su Facebook la persona che era stata incaricata dai famigliari di prendersi cura dell'altarino. E sul social è partita subito una gara di solidarietà per riacquistare le statuette.

"In tempi di crisi si ruba pure ai morti. Hanno 'tolto' due angioletti dei cinque messi dalla famiglia francese a ricordo della terribile disgrazia avvenuta il 2 gennaio scorso. Ho conosciuto i famigliari, che mi hanno pregato di controllare ogni tanto e eventualmente spostarli qualora la costruzione del ponte potesse danneggiarli. La cosa mi addolora perché non avrei mai pensato che lo scarso rispetto, addirittura per i defunti, potesse giungere a tali terribili livelli nel nostro Paese. Ora, la cosa devastante è comunicare alla famiglia francese l’accaduto", ha scritto l'uomo sul gruppo Facebook "Sei di Montirone se...".

In tanti si sono subito mobilitati: hanno condiviso il post e si sono offerti di trovare delle statuette simili per ricomporre l'altarino. "Io ne ho a casa due. Non sono uguali, ma molto simili. Li dono con il cuore, non per il valore, ma appunto per lo schifoso gesto che qualcuno ha commesso, qualcun altro cerca di riparare piuttosto che dare la notizia ai parenti. Ne sarebbero davvero delusi", ha scritto un'utente sul social. "Non mi capacito di come si possa fare una cosa del genere. Anch'io non direi nulla alla famiglia, che vergogna!", ha scritto un'altra.  "Ora cerco di recuperare i due angioletti mancanti poi li sistemerò in modo più sicuro. Per certe azioni la solidarietà è sincera", ha commentato infine l'autore del post-denuncia.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali