FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Bracconaggio a Cipro, poliziotto: "Uno dei maggiori introiti della mafia"

Dopo l’inchiesta di Striscia la Notizia dello scorso ottobre, continua la pericolosa battaglia alla caccia di frodo

Edoardo Stoppa si è battuto senza sosta per portare all'attenzione il grosso problema che affligge Cipro: il bracconaggio. Si è personalmente occupato di rimuovere diverse reti e trappole ma questo gli è costato l'occhio vigile degli stessi bracconieri, che sembrano avere il controllo della situazione e non gradiscono intromissioni. Dopo essere stato minacciato e aver corso il rischio di essere arrestato, per l'inviato è impossibile tornare sull'isola dunque ha organizzato una videochiamata con un poliziotto locale, che combatte ogni giorno questa minaccia.

"Il problema più grande è che a Cipro il bracconaggio è uno dei maggiori introiti della mafia." spiega. "Quando c'è questo genere di profitto, la mafia cerca di controllare tutto, compresa la polizia." Un guadagno enorme perché, sempre secondo la testimonianza dell'agente, si parla di circa quindici milioni di euro l'anno. La connessione fra mafia e polizia non concorre a migliorare la situazione. "Cercano di far passare il bracconaggio come un brutto hobby ma non è così."

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali