FOTO24 VIDEO24 Logo Mediaset ComingSoon.it Donne logo mastergame Grazia Meteo.it People sportmediaset_negative sportmediaset_positive TGCOM24 meteo.it
Podcast DirettaCanale 51
Temi del momento

Bologna, 16enne ucciso: Pm chiede carcere per minore fermato

Il delitto sarebbe avvenuto il giorno della scomparsa, la mattina del 17 settembre, al culmine di una discussione per un piccolo debito di droga

Il pm della Procura per i minorenni di Bologna, Alessandra Serra, ha contestato al sedicenne fermato martedì per l'omicidio del coetaneo Giuseppe Balboni l'aggravante dei futili motivi e l'occultamento di cadavere e ha chiesto la custodia cautelare in carcere, in vista dell'udienza di convalida del fermo. Il corpo del ragazzo, scomparso da casa il 17 settembre, è stato trovato dopo 8 giorni in un pozzo a Tiola di Castello di Serravalle.

Il delitto sarebbe avvenuto il giorno della scomparsa, al culmine di una lite fra i due ragazzi che la mattina del 17 settembre avevano un appuntamento prima della scuola, proprio come Balboni aveva raccontato ai genitori. Il movente dell'omicidio potrebbe essere una discussione per questioni di droga, forse un piccolo debito.

Il ritrovamento del cadavere del 16enne Giuseppe Balboni

Il padre del minorenne reoconfesso sarà denunciato per omessa custodia dell'arma usata dal figlio per uccidere il coetaneo. Si tratta di un revolver calibro 38 che il ragazzino si sarebbe procurato, insieme alle munizioni, nella casa dove abita con i genitori. Dopo il delitto e l'occultamento del cadavere nel pozzo, l'arma era stata rimessa nello stesso posto, dove ieri i Carabinieri l'hanno trovata e posta sotto sequestro.

Durante l'interrogatorio sarebbe emerso che il fermato aveva preso l'arma del padre per paura e come eventuale difesa. A quanto pare il giovane fermato credeva che la discussione con l'amico potesse degenerare e temeva per la propria incolumità.

Commenti
Commenta
Disclaimer
Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali