FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Allerta ghiacciaio Monte Bianco, il sindaco di Courmayeur: "Nessun pericolo per la popolazione"

Giovedì sarà allestito un radar per monitorare il movimento giornaliero della massa. Il premier Conte: "Lʼallarme deve mobilitare tutti"

valle d'Aosta, autunno, eventi

"Non c'è alcun ghiacciaio che può cadere su Courmayeur, non sta cadendo il Monte Bianco, non c'è alcun pericolo per la popolazione". Lo ha ribadito il sindaco di Courmayeur, Stefano Miserocchi, incontrando nella sala del municipio gli abitanti e gli esercenti della Val Ferret, dopo l'allarme per la caduta del ghiacciaio Planpincieux. "Purtroppo - ha ammesso il primo cittadino - al momento non c'è la possibilità di definire quando finirà l'allerta".

Sarà allestito un radar per monitorare il ghiacciaio - Martedì è stata emanata un'ordinanza in cui è stata chiusa la strada comunale, che aprirà solo in alcune fasce orarie, con la sorveglianza delle guide alpine. A partire da giovedì sarà allestito un radar che sorveglierà in tempo reale, 24 ore su 24, il ghiacciaio di Planpincieux, sul massiccio del Monte Bianco, che rischia di crollare sulla Val Ferret. Questa tecnologia - fornita dal Dipartimento programmazione, risorse idriche e territorio della Regione Valle d'Aosta, che opera in collaborazione con la Fondazione Montagna sicura - potrà funzionare anche in condizioni di scarsa visibilità e integrerà l'attuale monitoraggio fotografico, che non è stato progettato per essere un sistema di allerta. Al momento viene infatti scattata una fotografia al giorno che consente, attraverso il raffronto con le immagini precedenti, di stimare il movimento giornaliero della massa, la cui velocità è aumentata negli ultimi giorni superando il mezzo metro.

In arrivo nevicate sul Monte Bianco - E' previsto, intanto, l'arrivo di una perturbazione che porterà una diminuzione delle temperature ed una leggera nevicata sul massiccio del Monte Bianco, anche sul ghiacciaio di Planpincieux, che minaccia di crollare. Condizioni che potrebbero favorire il rallentamento della massa instabile. In base alle previsioni dell'ufficio meteo della Valle d'Aosta, nella zona cadrà qualche centimetro di neve fino a quota 2.200-2.300 metri.

Conte: "L'allarme deve mobilitare tutti" - "E' di queste ore la notizia di un ghiacciaio del monte Bianco che rischia di collassare. Un allarme che non può lasciarci indifferenti e che deve scuoterci e mobilitarci tutti". Lo ha detto il premier Giuseppe Conte all'Onu. "Per questo - ha aggiunto - continueremo a seguire e incoraggiare la mobilitazione dei cittadini e dei giovani, perché consapevoli dell'impatto sproporzionato che i cambiamenti climatici hanno sulle generazioni presenti e future".

Aosta, rischio crollo ghiacciaio sul Monte Bianco

L'esperto tranquillizza: "No apocalisse, solo precauzione" - Sul pericolo di crollo del ghiaccio Planpincieux la Regione Valle d'Aosta e il Comune di Courmayeur hanno "scelto un atteggiamento precauzionale, ma questo non significa che si prevedono scenari apocalittici". E' quanto spiega all'Ansa Raffaele Rocco, coordinatore regionale del Dipartimento programmazione, risorse idriche e territorio e esperto nel settore delle emergenze idrogeologiche. "Nessun modello scientifico ci può dire oggi se e quando ci potrà essere questo distacco. Possiamo solo prevedere quale sia l'area interessata nel caso in cui avvenga il crollo".

Ministro Costa: è urgente un'azione forte - Il ministro dell'Ambiente Sergio Costa ha evidenziato "la necessità e l'urgenza di un'azione forte e coordinata per il clima, per scongiurare il verificarsi di eventi estremi e che rischiano di avere conseguenze drammatiche". Il ministro, ricordando il nuovo rapporto dell'Ipcc, ha evidenziato fra le "altre e devastanti conseguenze, anche quella dello scioglimento dei ghiacciai", di cui abbiamo "testimonianza diretta nel nostro Paese".