FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

"Terremoto punizione divina", Radio Maria sospende padre Giovanni Cavalcoli

Lʼemittente si scusa se tali espressioni possono aver offeso la sensibilità dei fratelli terremotati. Osservatore Romano: "Affermazioni Cavalcoli offensive"

"Radio Maria ritiene inaccettabile la posizione di Padre Cavalcoli riguardante il terremoto e lo sospende dalla sua trasmissione mensile. Tale posizione non è in linea con l'annuncio della misericordia che è l'essenza del cristianesimo e dell'azione pastorale di Papa Francesco". E' questa la risposta dell'emittente dopo la bufera che ha investito il religioso, che aveva giudicato il terremoto come una punizione divina, scatenando le ire del Vaticano.

"Radio Maria - recita una nota dell'emittente - si scusa se tali espressioni possono aver offeso la sensibilità dei fratelli terremotati ed esprime loro piena solidarietà e vicinanza nella preghiera. Radio Maria assicura, come già in passato, i collegamenti di preghiera con le zone terremotate per far sentire loro la vicinanza di tutta la Chiesa".

Osservatore Romano su Radio Maria: affermazioni offensive - La vicenda di Radio Maria è stigmatizzata anche dall'Osservatore Romano che parla di "affermazioni offensive". Il giornale della Santa Sede riferisce della dura presa di posizione del Sostituto alla Segreteria di Stato, mons. Angelo Becciu, e della successiva decisione dell'emittente cattolica di sospendere la trasmissione del domenicano Giovanni Cavalcoli che aveva parlato del terremoto come di un "castigo di Dio". L'Osservatore ricorda anche come il Papa invece abbia mostrato tutta la sua vicinanza alle popolazioni colpite dal terremoto, anche con la sua visita il 4 ottobre. E riporta infine le parole del Segretario di Stato il cardinale Pietro Parolin sulla Chiesa della prossimità, "la Chiesa che si fa vicina all'uomo che soffre. In questo momento, questi nostri fratelli e queste nostre sorelle stanno soffrendo molto".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali