FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

#salviamoElisa è realtà: la bimba di Pordenone è stata sottoposta a trapianto di midollo

"Continuiamo a tifare per la nostra Gufetta", così i genitori della piccola di tre anni hanno dato lʼannuncio su Facebook

"Il momento tanto atteso è arrivato, la piccola Elisa ha fatto il trapianto, il suo angelo sconosciuto le ha donato il midollo". E' il messaggio postato sul profilo Facebook da Fabio e Sabina, i genitori della bimba di tre anni di Pordenone, affetta da leucemia. Per trovare un donatore compatibile si era mobilitato il web con la campagna #salviamoElisa. "In attesa, in punta di piedi, incrociamo le dita - scrivono mamma e papà, - preghiamo e continuiamo a tifare per la nostra amata 'Gufetta', che mantiene sorriso e vivacità, mentre il nuovo midollino inizia a lavorare".

"Quella sacca, per la nostra piccola, prelevata tramite aferesi, dal sangue periferico, che sembrava solo un sogno fino a poco tempo fa, è arrivata", prosegue il messaggio. I genitori precisano di aver "scelto di vivere questo momento, particolarmente delicato, in silenzio dedicando il massimo delle loro energie alla bimba".

"La preparazione al trapianto - prosegue il lungo post - l'infusione e il post-trapianto sono il punto di ripartenza, si tratta di protocolli complessi e molto delicati, gli effetti non sono scontati e nemmeno immediati". La piccola Elisa, infatti, dovrà rimanere in camera sterile e soltanto "dopo circa 100 giorni si potranno fare le prime valutazioni". Il messaggio si chiude con un incoraggiamento: "Forza piccola!".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali