FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
Podcast DirettaCanale 51

Le Fiamme Gialle celebrano Tagas: il cane antidroga va in pensione

Dopo otto anni di onorato servizio e un incredibile contributo nella repressione del traffico di droga, lʼesemplare femmina di pastore tedesco "grigione" è stato congedato

Le Fiamme Gialle celebrano Tagas: il cane antidroga va in pensione

Va in pensione Tagas, l'esemplare di pastore tedesco "grigione" che dal 2008 era, assieme al suo conduttore, al servizio delle squadre antidroga delle Fiamme Gialle a Venezia e Treviso. L'agente a quattro zampe dopo otto anni di servizio è stata congedata e adottata dal finanziere con cui per anni ha condiviso il mestiere. Tagas è stata protagonista soprattutto all'aeroporto "Antonio Canova" di Treviso nella repressione del traffico internazionale di sostanze stupefacenti.

Nata nel 2007 e addestrata presso la Scuola di Addestramento e Specializzazione Cinofili della Guardia di Finanza di Castiglione del Lago (Perugia), nel 2008 ha superato tutte le prove del corso di specializzazione per cani antidroga ed è stata quindi arruolata nella Guardia di Finanza e assegnata al reparto operativo.

Il suo apporto nel Gruppo di Venezia e in quello di Treviso ha permesso al Corpo di arrestare 35 persone, denunciare a piede libero più di 60 soggetti e segnalare alle Prefetture competenti 750 assuntori di droghe. A testimoniare il grande lavoro svolto da Tagas e dal suo conducente sono soprattutto i sequestri di stupefacenti operati grazie al suo fiuto: 10 kg di hashish, 6 kg di marijuana, 1 kg. di cocaina, oltre a centinaia di dosi di eroina, LSD, funghi allucinogeni e metadone.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali