FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Bambini piccoli in montagna: le precauzioni

Come affrontare la vacanza tra i monti con i bimbi piccoli

Bambini piccoli in montagna: le precauzioni

Non solo mare, la vacanza ideale con i bambini può essere anche in montagna. I benefici dell'ambiente montano sono numerosi per i più piccoli: aria frizzante e pura, contatto stretto con la natura, conoscenza del mondo animale, ritmi rilassanti, notti fresche, tanta ombra, cibi sani e genuini. Certamente, però c'è montagna e montagna. Infatti, per i neonati per esempio non è adatta la vacanza in alta montagna. Così come è bene fare molta attenzione ai viaggi tra tornanti se il bambino soffre di frequenti otiti.

Il viaggio - Il primo possibile "ostacolo" da dover affrontare nella vacanza montana, è sicuramente il viaggio. Per raggiungere le località di montagna, infatti, si è spesso costretti a percorrere tragitti costellati da tornanti. Questi ultimi possono diventare davvero fastidiosi per i piccoli: dalla nausea al mal di orecchie, l'ansia è in agguato. Tutto, però, si può prevenire in modo semplice e naturale. Contro la nausea, sono efficaci sia gli appositi braccialetti per bambini (si acquistano in farmacia), sia i pasti piccoli e frequenti a base di cibi secchi (crackers, pane tostato, grissini). Da evitare, l'ingestione di grossi quantitativi di liquidi così come i cibi grassi. Contro il mal di orecchie, invece, è bene far bere spesso (ma poco) i piccoli. E, se portano ancora il ciuccio, concedere loro questo "vizio" quando si affrontano i tornanti di montagna. Se a viaggiare è un neonato, il consiglio è quello di allattarlo spesso mentre si sale di quota.

La località - Per stabilire se l'altitudine della località di vacanza prescelta sia corretta o meno, è necessario il parere del pediatra. Diciamo che per un neonato di poche settimane sarebbe opportuno evitare di andare troppo in alto. Inoltre, è importante assicurarsi di non aver scelto un luogo sperduto lontano da presidi medici di emergenza o da farmacie, per esempio. Con i bambini, l'urgenza dell'ultimo minuto è sempre in agguato. Dal raffreddore alle punture di insetti.

Le escursioni - Per evitare di ritrovarsi con i bambini su sentieri impervi, è opportuno consultare prima le guide o Internet per valutare la difficoltà del percorso prescelto. Sono, infatti, sempre disponibili i dettagli delle escursioni (pendenza, lunghezza, presenza di massi o ruscelli, distanza dai rifugi) proprio per scongiurare incidenti o difficoltà nell'affrontare la gita. Con i bambini, la prudenza non è mai troppa.

I passeggini - Se si viaggia con bimbi piccoli, bisogna fare attenzione anche a come ci si muove. Infatti, non tutti i passeggini sono adatti ad affrontare salite e discese montane. Molto meglio procurarsi gli appositi zaini porta bimbi, comodi sia per i genitori sia per il bambino. In alternativa. è bene noleggiare anche sul luogo un passeggino apposito.

Lo zaino - Durante le escursioni in montagna con i bambini, è importante avere l'equipaggiamento adatto. Quindi, nello zaino non devono mancare (oltre a cibi e bevande): fazzoletti disinfettanti, k-way, abbigliamento di ricambio, medicinali di primo soccorso (pomate antistaminiche e cortisoniche contro le punture di insetti), numeri telefonici di emergenza, tea tree oil, cerotti, bende, garzine, ghiaccio secco.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali