FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

> Tgcom24 > Cronaca > Lazio > "Vittime stradali. L'omicidio stradale"confronto tra i familiari e le Istituzioni
22.9.2011

"Vittime stradali. L'omicidio stradale"
confronto tra i familiari e le Istituzioni

A Roma l'incontro sul fenomeno delle stragi sulle strade italiane

foto Dal Web
09:41 - “Violenza stradale. L’omicidio stradale”, questo il titolo della Tavola Rotonda che si svolgerà Giovedì 29 settembre all’interno della Sala del Mappamondo presso la Camera dei  Deputati, dalle 15,30 alle 18,30. L'incontro è organizzato da Barbara Benedettelli, autrice del libro Vittime per Sempre, con la dot.ssa Maria Rosaria  De Simone e Valentina Pappacena, responsabile del centro di aiuto di Latina Valore Donna. 
La giornata rappresenta un’importante occasione di riflessione, di ascolto delle dure testimonianze dei familiari delle vittime della strada e di dialogo con le istituzioni, sempre più chiamate a dare risposte su questo fenomeno che ogni anno distrugge migliaia di vite.
Tra i familiari delle vittime chiamati a parlare ci saranno i genitori di Lorenzo Guarnieri, ucciso da un uomo che si trovava sotto l’effetto di stupefacenti, artefici insieme al Sindaco di Firenze Matteo Renzi di una proposta di legge sull’omicidio stradale; i genitori di Antonello Zara, ucciso in Sardegna nel 2008 da un ragazzo che invase la sua corsia di marcia; la mamma e il gemello di Andrea De Nando, ucciso a Peschiera Borromeo davanti agli occhi del fratello Cristian mentre attraversavano la strada sulle strisce pedonali; il papà e la sorella di Alex Di Stefano, ucciso da una macchina che invase la sua corsia, e la cui madre si suicidò vinta dal dolore; la mamma di Giuseppe Magnifico, ucciso a L’Aquila da un uomo che guidava a folle velocità; i familiari di Flaminia Giordani, uccisa insieme al fidanzato Alessio Giuliani a Roma da un ragazzo che passava col rosso ad alta velocità e sotto l’effetto di droghe. 
 
Dopo una prima sessione dedicata alle testimonianze dei familiari delle vittime, interverranno il Presidente della Fondazione ANIA, dottor Sandro Salvati, l’avvocato Domenico Musicco esperto diritti delle Vittime e avv. dell’A.I.F.V.S,  l’Onorevole  Mario Valducci(Pdl),  Presidente della Commissione Trasporti; L’Onorevole  Silvia Velo(Pd),  Vicepresidente della Commissione Trasporti; il Senatore  Luigi  Grillo(Pdl), Presidente dell’ VIII Commissione Lavori Pubblici e Comunicazioni del Senato; il Senatore Stefano Pedica(Idv), Vicepresidente della XIV Commissione permanente politiche Unione Europea.
 
In sala saranno presenti diverse personalità della politica tra le quali il Ministro della Giustizia Nitto Palma e l’On. Pietro Lunardi, che nel luglio 2003, durante il suo mandato come Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, inserì la patente a punti contribuendo - insieme all’inasprimento delle sanzioni - a una significativa riduzione del numero di incidenti stradali e di Vittime: 7.061 nel 2001 - 4.239 nel 2009. In questi anni molto è stato fatto ma occorre fare un ulteriore passo avanti. Una condanna che nei fatti comporta sanzioni pecuniarie di pochi euro e non rispetta quasi mai il principio d’inderogabilità della pena, può essere considerata deterrente e preventiva? Può aiutarci a sentirci davvero responsabili verso la nostra vita e quella degli altri? A capire che una regola stradale non osservata può trasformare il nostro mezzo di trasporto in un’arma mortale? A questa e ad altre domande si cercherà di dare una risposta durante l’incontro di Giovedì 29 settembre.
OkNotizie
 
Le notizie del giorno
 
 
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile
Servizi Tgcom Traffico Oroscopo Mobile