FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Non rientrano dopo il pranzo con il Papa a Bologna, ricercati due detenuti

Erano usciti dalla loro casa di reclusione il primo ottobre accompagnati da alcuni volontari, insieme a unʼaltra ventina di persone, per incontrare il Santo Padre. Da allora sono spariti

Sono andati, con altri detenuti, a incontrare Papa Francesco in occasione della sua visita a Bologna. Ma poi sono riusciti a non rientrare nella loro casa di reclusione a custodia attenuata, a Castelfrano Emilia (Modena). I due, italiani, si sono allontanati dai volontari che accompagnavano la comitiva, una ventina di persone circa, e hanno fatto perdere le loro tracce. Non si vedono infatti dal primo ottobre, giorno della visita del Santo Padre.

La casa di reclusione dove i due sono detenuti è composta da due distinte sezioni, una delle quali per tossicodipendenti, la seconda per internati, cioè per soggetti sottoposti a una misura di sicurezza detentiva perché ritenuti socialmente pericolosi. La segnalazione dell'allontanamento delle due persone, che già in passato erano riuscite ad allontanarsi dalla struttura per brevi periodi, è stata inviata alle autorità e sono stati avviati accertamenti, presumibilmente da parte della polizia penitenziaria. Sembra inoltre che siano state raccolte informazioni in Curia a Bologna in merito all'organizzazione del pranzo con Papa Bergoglio, al quale i due avrebbero dovuto prendere parte.

Quando saranno rintracciati, i fuggitivi dovranno ricominciare a scontare la pena accessoria loro inflitta, ripartendo dall'inizio nel loro percorso di reinserimento.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali