FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Terrorismo, migrante del Gambia fermato a Napoli: "Volevano che mi lanciassi con unʼauto sulla folla"

Il 21enne Alagie Touray aveva chiesto asilo politico, ma la sua pratica era ancora in fase di valutazione. "Non ho accettato di compiere lʼattacco", ha dichiarato agli inquirenti

Un migrante del Gambia, il 21enne Alagie Touray, è stato arrestato a Napoli nel corso di un'operazione antiterrorismo condotta da polizia e carabinieri. La polizia ha smentito la pianificazione di un attentato. L'uomo aveva chiesto asilo politico, ma la pratica era ancora in fase di valutazione. Touray avrebbe ammesso di aver ricevuto la richiesta di "lanciarsi con un'auto sulla folla", ma di non aver accettato di compiere l'attacco.

Il reato ipotizzato contro l'uomo è quello di terrorismo internazionale di matrice islamica. Touray era sbarcato a Messina con altre centinaia di migranti il 22 marzo 2017 e da un anno risiedeva a Pozzuoli. Le forze dell'ordine l'hanno fermato all'uscita della moschea di Licola, in provincia di Napoli.

Gli investigatori hanno scoperto un video in cui il presunto terrorista giurava fedeltà al califfo Al Baghdadi. Il filmato era stato pubblicato su Telegram, il medesimo servizio di messaggistica sul quale il 21enne avrebbe ricevuto la richiesta di lanciarsi sulla folla a bordo di un'auto.

"L'importanza dell'arresto del giovane gambiano sta nel fatto che per la prima volta si arriva a individuare un soggetto che ha fatto giuramento all'Isis in modo preventivo. In genere il giuramento precede il compimento di attentati, ma lo si accerta in modo 'postumo'". Lo ha detto il capo della polizia, Franco Gabrielli, ribadendo che "non è stata accertata alcuna reale progettualità terroristica".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali