INIZIATA LA GUERRA

Ucraina, Putin: "Ai nostri partner non conviene sanzionarci" | Alleati: "Kiev potrebbe cadere entro poche ore" | Zelensky: "I nemici sono entrati, ma io resto qui"

Biden: Mosca vuol "decapitare" il governo di Kiev, che nel frattempo dichiara la mobilitazione generale. La Nato: "Non invieremo nostre truppe". I militari russi prendono il controllo di Chernobyl e, secondo il Pentagono, hanno lanciato oltre 160 missili

25 Feb 2022 - 00:21
LIVE
Ultimo aggiornamento: 2 anni fa
1 di 10
© Afp © Afp © Afp © Afp

© Afp

© Afp

L'invasione russa in Ucraina è realtà. Il presidente russo Vladimir Putin ha esortato le forze ucraine a consegnare le armi e "andare a casa". Le truppe russe sono penetrate nella regione di Kiev, conquistata anche l'area di Chernobyl. "Forze nemiche di sabotaggio sono entrate a Kiev, ma io resto qui", ha dichiarato il presidente Zelensky. Stoltenberg: "Abbiamo attivato il piano di difesa della Nato". Intanto l'Ue annuncia nuove dure sanzioni nei confronti di Mosca. Biden accusa: Putin vuol "decapitare" il governo di Kiev. Intanto gli Alleati occidentali stimano che Kiev potrebbe cadere in mano alle forze russe "nel giro di poche ore". Intanto il governo ucraino dichiara la mobilitazione generale e distribuisce 10mila fucili ai civili. Secondo il Pentagono, la Russia ha lanciato 160 missili in territorio ucraino.


L'Ucraina "è stata lasciata sola" a combattere la Russia. Lo afferma il presidente ucraino Vlodymyr Zelensky, chiedendosi polemicamente: "Chi è pronto a combattere con noi? Non vedo nessuno. Chi è pronto a dare all'Ucraina una garanzia di adesione alla Nato? Tutti hanno paura".


Gli Stati Uniti, insieme all'Albania, hanno chiesto il voto venerdì in Consiglio di Sicurezza Onu sulla bozza di risoluzione che condanna l'aggressione della Russia all'Ucraina. Lo confermano fonti diplomatiche, precisando che si terrà alle 15 ora locale (le 21 italiane). Il testo è destinato al fallimento perché Mosca userà il suo diritto di veto in Consiglio per bloccarlo, ma Washington punta a ottenere la più ampia maggioranza possibile e poi portare la risoluzione nei prossimi giorni in Assemblea Generale.


"Tutte le evidenze suggeriscono che la Russia intende circondare e minacciare Kiev". Lo ha detto il segretario di Stato americano, Antony Blinken, in un incontro dell'Osce. "Crediamo che Mosca abbia sviluppato piano per infliggere ampi abusi dei diritti umani, e potenzialmente qualcosa di peggio, ai danni del popolo ucraino".


È di 137 morti e 316 feriti il bilancio della prima giornata di combattimenti in Ucraina. Lo ha annunciato il presidente Volodymyr Zelensky.


Il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, ha firmato il decreto per la mobilitazione generale nel Paese per fronteggiare l'invasione russa.


Rapidità e gradualità: è su questi due concetti che i leader dell'Ue hanno trovato un sostanziale accordo chiudendo su un secondo pacchetto di sanzioni alla Russia. Lo riferiscono fonti europee. Le misure non riguarderanno il sistema Swift e il settore del gas, ma pongono le basi già per un terzo pacchetto di sanzioni, certamente più dure. Nel corso della riunione del Consiglio europeo, alcuni Stati membri hanno chiesto di rafforzare già la seconda tranche di misure, ma "sull'approccio graduale" tutti i Paesi "sono d'accordo". La possibile esclusione della Russia da Swift, aggiungono le fonti europee, "è stato oggetto di discussione".


La Russia ha lanciato "oltre 160 missili in Ucraina". Lo riferisce la Cnn, citando un alto dirigente del Pentagono.


Le nuove sanzioni degli Stati Uniti contro la Russia colpiscono anche alcuni esponenti di primo piano dell'entourage di Putin e i loro familiari. Tra loro il potente capo di Rosneft, Igor Sechin, e suo figlio Ivan (dirigente della stessa azienda), l'ex ministro della Difesa Sergej Ivanov, inviato del Cremlino per i trasporti e l'ambiente, suo figlio Sergej (presidente e ceo di Alrosa), il segretario del consiglio di sicurezza nazionale Nikolai Patrushev.


Tra le nuove sanzioni americane contro la Russia per l'invasione dell'Ucraina ci sono anche restrizioni ai prestiti sul mercato americano per tredici imprese ed entità russe. Tra queste figurano banche, società energetiche e dei trasporti: Sberbank, AlfaBank, Credit Bank of Moscow, Gazprombank,  Russian Agricultural Bank, Gazprom, Gazprom Neft, Transneft, Rostelecom, RusHydro, Alrosa,  Sovcomflot, Russian Railways.


Gli Stati Uniti hanno espulso il numero due dell'ambasciata della Russia a Washington. L'espulsione non è legata all'invasione dell'Ucraina, ma è in ritorsione alla decisione di Mosca di inizio mese di cacciare il secondo diplomatico in grado dell'ambasciata americana in Russia.


Con l'attacco all'Ucraina, Vladimir Putin "vuole ricostruire l'Unione Sovietica". E' quanto afferma il presidente americano Joe Biden. Il capo del Cremlino "non si vuole fermare a Kiev, le sue ambizioni sono totalmente contrarie al resto del mondo".


L'Italia "sostiene pienamente le decisioni assunte dalla Nato e parteciperà alle misure di rafforzamento della deterrenza che l'Alleanza Atlantica ha previsto". Lo afferma il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, in merito alle misure di rafforzamento degli assetti italiani Nato dopo l'evoluzione della crisi russo-ucraina. L'Italia si dice disponibile a incrementare la propria presenza nelle missioni in atto e a partecipare a nuove operazioni.


Il Pentagono ha ordinato il dispiegamento di circa settemila soldati in Europa. Lo riportano i media americani.


Gli alleati occidentali stimano che Kiev potrebbe cadere in mano alle forze russe "nel giro di poche ore". Lo riporta l'agenzia Bloomberg.


"Putin è l'aggressore, ha scelto la guerra". Lo ha detto il presidente Biden. Il leader russo "pagherà le conseguenze", ha aggiunto.


Il presidente Usa Joe Biden ha annunciato nuove sanzioni e il bando dell'export tecnologico nei confronti della Russia. Nella blacklist finiscono inoltre altre quattro banche statali russe.



"Siamo tutti molto colpiti da quanto è avvenuto stanotte. Questa crisi potrebbe durare a lungo, dobbiamo essere preparati". Lo ha detto il premier Mario Draghi intervenendo al G7 in videoconferenza. 


1 di 1


1 di 1






L'esercito russo ha preso il controllo del territorio della ex centrale nucleare di Chernobyl. Lo ha riferito all'agenzia ucraina Unian il consigliere del presidente ucraino Zelensky, Mykhailo Podolyak.


"Ci siamo accordati per portare avanti ulteriori sanzioni alla Russia, che saranno devastanti". Lo twitta il presidente americano Joe Biden dopo il G7.



Il premier britannico Boris Johnson ha annunciato una nuova ondata di sanzioni anti-russe in risposta all'azione militare di Mosca in Ucraina. mettendo al bando tutte le banche russe dal mercato finanziario della City. Al bando in Gran Bretagna anche Aeroflot, mentre vengono sanzionati altri 100 fra individui, entità e società russe. Annunciate pure misure per limitare i capitali depositabili da cittadini russi in conti bancari britannici.


Il ministro degli esteri ucraino Dmytro Kuleba ha chiesto a tutti gli alleati Nato di tagliare i rapporti diplomatici con Mosca dopo l'invasione russa del suo Paese. "L'Ucraina ha tagliato le relazioni diplomatiche con la Russia. Chiedo a tutti i nostri partner di fare lo stesso", ha twittato. "Con questo passo concreto dimostrerete che state con l'Ucraina e respingerete categoricamente il più sfacciato atto di aggressione in Europa dalla seconda guerra mondiale".


Starebbero puntando direttamente sulla capitale Kiev le forze militari russe penetrate in Ucraina nelle scorse ore dalla Bielorussia. Lo sostiene il ministero della Difesa britannico sulla base di rapporti della sua intelligence militare. Stando alla medesima fonte, si registrano tuttavia scontri duri con le forze ucraine, attestate in particolare a difesa delle grandi città, con perdite imprecisate ma "pesanti su entrambi i fronti".


"La Russia è parte dell'economia mondiale e noi non abbiamo certamente intenzione di danneggiare quel sistema. Non credo che ai nostri partner convenga spingerci fuori da questo sistema". Lo ha detto il presidente russo Vladimir Putin parlando con gli imprenditori russi a Mosca. "Quello che sta succedendo" in Ucraina "è una misura necessaria, non ci è stata lasciata alcuna possibilità di fare diversamente".


"Il Consiglio Supremo di Difesa esprime la più ferma condanna per l'ingiustificabile aggressione militare lanciata dalla Federazione Russa contro l'Ucraina, che rappresenta una grave e inaccettabile violazione del diritto". Lo si legge in una nota del Quirinale al termine del CSD. "Perché l'Europa non precipiti improvvisamente in un vortice di guerre, è necessario agire con forza e lungimiranza per ristabilire il primato del diritto internazionale e la salvaguardia dei principi e dei valori che hanno garantito pace e stabilita' al nostro continente".  


"Il presidente Putin ha reintrodotto la guerra nel continente europeo. Si è messo dalla parte sbagliata storia". E' quanto si legge in una nota del G7. "Questa crisi - proseguono i leader - è una seria minaccia per l'ordine internazionale basato sulle regole, con ramificazioni ben oltre l'Europa. Non vi è alcuna giustificazione per modificare con la forza i confini internazionalmente riconosciuti. Ciò ha cambiato radicalmente la situazione della sicurezza euro-atlantica".


Le sanzioni contro Mosca saranno innanzitutto "finanziarie" e "colpiranno settori strategici per l'esercito e la difesa" della Russia. È quanto spiega un alto funzionario europeo in vista del vertice dei leader Ue di questa sera. 


Il G7 chiede alla Russia una de-escalation: ritirare immediatamente le sue forze dall'Ucraina e fermare il bagno di sangue. Lo afferma il G7 in una nota.


L'Alto rappresentante Ue Josep Borrell ha assicurato che l'Ue imporrà "pesanti sanzioni entro 24 ore" contro Mosca. Ne dà notizia in un tweet il ministro degli Esteri ucraino Dmytro Kuleba, dopo un colloquio con Borrell. "Per fermare la brutale invasione di Putin devono essere imposte immediatamente alla Russia severe sanzioni da parte dell'Ue", aggiunge invitando Borrell "a fare un passo politico e a fornire all'Ucraina una prospettiva europea". Kuleba "mi ha informato dell'orribile attacco in corso della Russia contro l'Ucraina. Ho espresso il sostegno costante e personale dell'Ue all'Ucraina e al suo popolo", twitta Borrell.


Il G7 "condanna nei termini più duri l'invasione russa dell'Ucraina". Lo affermano i leader del G7 in una nota esprimendo "sostegno e solidarietà all'Ucraina".


I siti del Cremlino, del governo russo e della Duma risultano al momento inaccessibili, dopo che alcuni media, fra cui l'ucraino Kiev Indepdent, avevano riferito di un attacco hacker.


L'offensiva russa in Ucraina mira a "decapitare" il governo di Kiev. Lo ha detto un alto dirigente dell'amministrazione americana.


Primi ucraini in fuga dalla guerra arrivati in Moldavia. "Sono arrivate 4mila persone. Il governo ha schierato centri di accoglienza temporanea nei pressi delle località di Palanca e Ocnita. I nostri confini sono aperti". Lo scrive, su Twitter, la presidente della Moldavia Maia Sandu. 


La Russia risponderà con "inevitabili atti di rappresaglia" a quelle che definisce le sanzioni "illegittime" dell'Unione europea. Lo ha detto il rappresentante permanente di Mosca presso la Ue, Vladimir Chizhov, citato da Interfax, sottolineando di averne informato l'Unione. 


Le forze russe sono entrate a Chernobyl, dove sono in corso combattimenti con l'esercito ucraino. Lo ha riferito il ministero dell'Interno di Kiev, spiegando che "gli impianti di stoccaggio delle scorie sono attualmente intatti, anche se a rischio di essere distrutti". 


Nuove sirene d'allarme per possibili bombardamenti a Kiev. La popolazione è stata invitata a recarsi nei rifugi antiaerei. Lo riferisce l'amministrazione locale, secondo Interfax.


Le truppe russe hanno preso il controllo dell'aeroporto internazionale Antonov di Hostomel, a un quarantina di chilometri da Kiev. Lo riporta la Cnn.


Il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, alle 18, ora italiana, parlerà al Paese sulla crisi tra Russia e Ucraina e dovrebbe anche illustrare le nuove misure intraprese con gli alleati per isolare Mosca, dopo l'attacco di mercoledì notte. Si dovrebbero annunciare sanzioni nell'ambito delle tecnologie e misure severe contro le istituzioni finanziarie russe e alcuni membri della cerchia ristretta vicini al presidente Vladimir Putin.


Mosca afferma di aver distrutto 74 obiettivi militari, incluse 11 piste d'atterraggio. Lo dichiara l'esercito russo.


"Da questa mattina sono stati registrati almeno 203 attacchi nemici e 7 casi di sconfinamento illegali ai confini ucraini". Lo riporta il ministero degli Affari interni ucraino, citato dai media.


Joe Biden è riunito con il Consiglio di Sicurezza nazionale della Casa Bianca. Lo riferiscono fonti dell'amministrazione ai media americani.


"Questa sera il Colosseo sarà illuminato di giallo e blu, i colori della bandiera dell'Ucraina". È quanto scrive su Twitter il ministro della Cultura, Dario Franceschini. 


Il consigliere presidenziale ucraino Mykhaylo Podolyak afferma che ci sono pesanti combattimenti all'aeroporto di Hostomel, a circa 30 chilometri a nord-ovest di Kiev. Lo riporta Bloomberg.





Durante un briefing presso l'ufficio presidenziale di Kiev, il consigliere di Zelensky Mykhailo Podolyak ha consigliato ai giornalisti di lavorare dalle loro redazioni poiché le autorità ucraine si aspettano un assalto alla sede del governo. Lo rendono noto su Twitter diversi media presenti nella capitale ucraina.


"L'Ue renderà al Cremlino impossibile continuare con la azione. Più tardi presenteremo un pacchetto di sanzioni massicce e mirate. Saranno sanzioni finanziarie molto dure, avranno un impatto molto pesante sull'economia russa e andranno a sopprimere la crescita della Russia, ad erodere la sua base industriale. Vedremo molti capitali uscire dal Paese. Limiteremo l'accesso di Mosca alle tecnologie chiave". Lo annuncia il presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen, dopo l'incontro con il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, e il presidente del consiglio Ue, Charles Michel.


La Russia ha lanciato due razzi contro la città di Brovary, alla periferia di Kiev, colpendo due unità militari ucraine e provocando almeno 6 morti e 12 feriti. Lo riferisce il Centro di Kiev per le comunicazioni strategiche e la sicurezza delle informazioni. 


"Da oggi, 24 febbraio 2022, a seguito della situazione tra la Russia e l'Ucraina, le autorità europee hanno disposto il divieto per l'aviazione civile di sorvolare lo spazio aereo dell'Ucraina e delle zone limitrofe interessate da azioni militari, a tutela della sicurezza del volo". Lo rende noto l'Ente nazionale per l'aviazione civile in una nota.


"Le truppe bielorusse potrebbero partecipare all'invasione dell'Ucraina da parte della Russia se questo fosse necessario". Lo ha detto il leader bielorusso, Alexander Lukashenko. Lo riporta la Bbc, che cita l'agenzia di stampa statale Belta. "Le nostre truppe non ci sono. Ma se è necessario, se è necessario per la Bielorussia e la Russia, ci saranno", ha affermato Lukashenko in un commento riportato dall'agenzia di stampa statale Belta.


"Un aereo militare delle forze armate ucraine con 14 persone a bordo si è schiantato tra i villaggi di Zhukivtsi e Trypillia, nel distretto di Obukhiv", a sud di Kiev, "provocando cinque morti". Lo riferisce il ministero degli Interni ucraino. 


"La nostra ambasciata a Kiev è aperta, pienamente operativa e mantiene i rapporti con le autorità ucraine, in stretto coordinamento con le altre ambasciate, anche a tutela dei circa 2.000 italiani residenti. L'ambasciata resta in massima allerta, pronta ad adottare ogni necessaria decisione". Lo dice il premier Mario Draghi in una
dichiarazione alla stampa.


Vladimir Putin compie il "più grave oltraggio alla pace e alla stabilità in Europa". E' un "atto di guerra", a cui risponderemo "senza debolezza", con "determinazione" e "unità". Lo ha detto il presidente francese Emmanuel Macron nel corso del suo intervento solenne dinanzi alla nazione, con alle spalle la bandiera francese, la bandiera ucraina, e la bandiera dell'Unione europea. La libertà del popolo ucraino "è la nostra", ha avvertito Macron.


Il premier Mario Draghi ha espresso la "piena solidarietà dell'Italia" all'Ucraina, che è "un Paese Ue, una nazione amica e una democrazia colpita nella legittima sovranità". Per questo in sede di Consiglio Ue "decideremo sanzioni molto dure" contro la Russia. Draghi ha quindi chiarito di comprendere "la preoccupazione dei cittadini", ma ha garantito che il governo "lavorerà senza sosta". Quindi un appello a Putin: "Metta fine allo spargimento di sangue e ritiri le forze militari dai confini ucraini in modo incondizionato".


"Sono ore di grande preoccupazione per i cittadini: domani riferirò al Parlamento sul conflitto in corso, il governo intende lavorare senza sosta per risolvere la crisi accanto ai nostri alleati e faremo tutto il necessario" per garantire la "sovranità del"Ucraina e la sicurezza dell'Ue, l'ordine internazionale che si basa sulle regole da noi tutti condivise". Lo dice il premier Mario Draghi in una dichiarazione alla stampa.


"Con la Russia ora il dialogo è impossibile". Lo afferma il premier Mario Draghi. "Putin metta fine allo spargimento di sangue e ritiri le forze militari dai confini ucraina in modo incondizionato", aggiunge. 


L'Ucraina è un "democrazia colpita nella propria legittima sovranità. Esprimo la solidarietà piena incondizionata del popolo italiano al popolo ucraino e al presidente" ucraino. Lo ha detto il presidente del consiglio Mario Draghi.


"I Paesi alleati della Nato non accetteranno mai riconoscimenti illegali" da parte di Mosca. "Richiamiamo con urgenza la Russia a tornare indietro dal percorso di violenza e aggressione scelto". È quanto si legge nelle conclusioni del Consiglio Atlantico della Nato.


Tra domani e sabato, secondo quanto si apprende da fonti di governo, si potrebbe riunire di nuovo il Consiglio dei ministri per varare un decreto per un nuovo dislocamento delle truppe italiane, in linea con il dispositivo che sta mettendo in campo la Nato dopo gli attacchi russi in Ucraina. Le decisioni, viene sottolineato, sono subordinate al Consiglio superiore di Difesa, convocato dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella nel pomeriggio.


"Diplomaticamente, politicamente, economicamente e - eventualmente - militarmente, questa orribile e barbara avventura del dittatore Vladimir Putin deve finire con un fallimento". Lo ha detto il premier britannico Boris Johnson.


Le forze russe hanno preso il controllo dell'aeroporto di Antonov a Gostomel, a circa un'ora di distanza a nord di Kiev. Lo riferisce il ministero dell'Interno ucraino dopo alcuni video circolati sui social media nei quali si vedevano elicotteri militari russi attaccare lo scalo. Secondo quanto riferito dal servizio di frontiera ucraino, le forze russe stanno avanzando verso Kiev da nord.


Situazione sempre più drammatica in Ucraina. Truppe russe sono entrate nella regione di Kiev.


"L'operazione militare della Russia è mirata a smilitarizzare e denazificare l'Ucraina". Lo ha dichiarato il Cremlino, citato dalla Tass.


"Nei prossimi giorni invieremo ulteriori forze sul fianco Est dove già sono state inviate migliaia di truppe". Lo ha detto il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, spiegando che "dopo l'invasione della Russia di un Paese non alleato, abbiamo attivato il piano di difesa della Nato, che dà maggior autorità ai comandanti in campo. Noi siamo pronti, ma la nostra è un Alleanza preventiva, non vogliamo un conflitto".


"Non ci sono truppe Nato in Ucraina al momento, non abbiamo né piani né intenzioni di dispiegare le truppe Nato in Ucraina ma stiamo incrementando truppe nella parte orientale dell'Alleanza in territorio Nato. L'Ucraina è un partner di valore, ma non abbiamo truppe e non abbiamo piani di inviare truppe in Ucraina". Lo ha detto il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg.


La Cina rispetta "sempre la sovranità e l'integrità territoriale di tutti i Paesi. Allo stesso tempo, abbiamo anche visto che la questione Ucraina ha latitudine e longitudine storiche complesse e speciali e comprendiamo le legittime preoccupazioni della Russia sulla sicurezza". Lo ha detto il ministro degli Esteri Wang Yi, nella telefonata con la controparte russa Sergei Lavrov, aggiungendo che "la Cina sostiene che la mentalitàda Guerra Fredda dovrebbe essere del tutto abbandonata e che un meccanismo di sicurezza europeo equilibrato, efficace e sostenibile dovrebbe essere finalmente formato attraverso il dialogo e la negoziazione".


"Troviamo inaccettabile e respingiamo l'operazione militare avviata in Ucraina dalla Federazione russa". Lo fa sapere il ministero degli Esteri turco attraverso un comunicato che definisce l'azione militare di Mosca come "una seria minaccia alla sicurezza della nostra regione e del mondo" ed esprime sostegno all'integrità territoriale dell'Ucraina. Nel comunicato, Ankara ribadisce l'opposizione al riconoscimento del Donbass e chiede alla Russia di "fermare questa azione illegale e ingiusta".


Sara' il presidente Vladimir Putin a stabilire la durata dell'operazione militare in Ucraina, che proseguirà "per il tempo necessario". Lo ha annunciato il Cremlino, secondo quanto riporta la Tass.


"La Russia ha attaccato l'Ucraina, è un atto brutale di guerra. Quello che aveva detto da mesi è successo. E' un momento grave per noi, la guerra è in Europa". Lo dice il segretario generale della Nato Jens Stoltenberg in una dichiarazione alla stampa.


1 di 34
© Da video © Da video © Da video © Da video

© Da video

© Da video


"Per tutto questo non c'è alcuna giustificazione. Questa è la guerra di Putin". Lo ha detto il cancelliere tedesco Olaf Scholz, aggiungendo che "La Russia pagherà un prezzo molto amaro, ha commesso un errore terribile scatenando la guerra".


"Le azioni della Russia pongono una seria minaccia alla sicurezza euroatlantica e avranno conseguenze geo-strategiche. Oggi abbiamo tenuto consultazioni nell'ambito dell'articolo 4 del Trattato e abbiamo deciso di prendere ulteriori passi per rafforzare la difesa dell'Alleanza. Le nostre misure resteranno preventive e proporzionate". È quanto si legge nelle conclusioni del Consiglio Nord Atlantico della Nato.



1 di 8


"La Russia ci ha attaccato a tradimento questa mattina, come ha fatto la Germania nazista negli anni della seconda guerra mondiale. Ad oggi, i nostri Paesi si trovano su lati diversi della storia mondiale. La Russia ha intrapreso la strada del male, ma l'Ucraina si sta difendendo e non rinuncerà alla sua libertà, qualunque cosa pensi Mosca". Lo ha detto il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky.


Lo Stato maggiore delle forze armate di Minsk ha chiuso parte dello spazio aereo bielorusso ai voli civili. Lo riporta Interfax.


"Le forze armate della Federazione Russa non infliggeranno alcun attacco missilistico, aereo o di artiglieria alle città dell'Ucraina e ai civili". Lo ha detto il rappresentante ufficiale del Ministero della Difesa della Federazione Russa Igor Konashenkov, citato da Interfax.


Il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, ha lanciato un appello affinché i cittadini ucraini donino il sangue, "ne hanno bisogno militari feriti", ha detto. Si è rivolto anche ai datori di lavoro, chiedendo loro di prendersi cura dei dipendenti, di assicurare che le forniture non siano interrotte.


Il primo ministro britannico Boris Johnson ha affermato che l'azione militare russa in Ucraina è una "catastrofe per il nostro continente" e ha chiesto un vertice urgente dei leader della Nato.


"La Russia ci ha attaccato in maniera molto astuta. Adesso ci troviamo sui lati opposti di questa guerra, la Russia è dalla parte del male. Il popolo russo dovra' scegliere che sentiero intraprendere. Tutti i cittadini russi che non hanno perso il loro onore possono protestare contro la guerra in Ucraina". E' quanto ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, lanciando un appello al popolo russo.


L'Ucraina rompe le relazioni diplomatiche con la Russia. Lo ha annunciato il presidente Zelensky.


Il presidente della Repubblica Sergio Mattarelladopo l'attacco russo all'Ucraina ha convocato per le 16:30 al Quirinale il Consiglio Supremo di Difesa.


"Tutti coloro che sono pronti e sanno come utilizzare le armi possono unirsi alle Forze di difesa territoriale delle Forze armate ucraine nella loro regione". Lo ha scritto su Facebook il ministro della Difesa ucraino, Oleksiy Reznikov, sottolineando che il Paese "sta passando alla modalità di difesa completa".


"Essendo un grande e potente Paese, la Russia non ha bisogno delle nostre armi". La ha detto la portavoce del ministero degli Esteri cinese Hua Chunying in merito alle possibili forniture passate o future di armi alla Russia. "L'approccio della Cina è qualitativamente diverso da quello Usa. Quando vedremo il rischio di conflitto, non prenderemo l'iniziativa di fornirci armi a vicenda e non faremo ciò che gli Usa hanno fatto dando all'Ucraina un gran numero di strutture e attrezzature militari", ha aggiunto. 


L'Ucraina ha chiesto alla Turchia di chiudere lo stretto del Bosforo e dei Dardanelli alle navi da guerra russe. Lo ha riferito l'ambasciatore di Kiev ad Ankara, Vasyl Bodnar. "Chiediamo la chiusura dello spazio aereo, dello stretto del Bosforo e dei Dardanelli. Abbiamo trasmesso la nostra richiesta alla Turchia. Allo stesso tempo, vogliamo sanzioni contro la Russia", ha detto il diplomatico in una conferenza stampa nella capitale turca.


L'Ucraina ha fatto sapere di aver ucciso "circa 50 occupanti russi".


"Non possiamo essere così dipendenti" sul fronte energetico "da un Paese che ovviamente non rispetta più il diritto internazionale". Lo ha detto il ministro dell'Economia tedesco, Robert Habeck, ribadendo che il Nord Stream 2 non entrerà in funzione "nel breve-medio termine". Habeck ha poi confermato la linea di Berlino per ulteriori sanzioni europee a Mosca: ci sarà un approccio concertato tra Usa e Paesi europei. Le misure adottate finora non sono riuscite a impedire a Putin l'invasione ma l'obiettivo resta un ritorno al tavolo diplomatico".


"Cari cittadine e cittadini oggi ci siamo svegliati in un altro mondo". Lo ha detto il ministro degli Esteri Annalena Baerbock in uno statement a Berlino. "Siamo senza parole, ma non siamo inermi", ha aggiunto, annunciando il coordinamento con i partner per approvare nuove "durissime" sanzioni.


"Condanniamo fermamente l'azione militare della Russia contro l'Ucraina. Questo attacco all'Ucraina mette a serio rischio la vita di milioni di persone ed è una grave violazione del diritto internazionale e degli impegni presi dalla Russia. Chiediamo l'immediata cessazione di tutte le attività militari". Cosi' l'Osce in un comunicato congiunto dal presidente e ministro degli esteri polacco, Zbigniew Rau, e dal segretario generale, Helga Maria Schmid.


L'esercito bielorusso non sta partecipando all'invasione russa dell'Ucraina. Lo ha dichiarato il presidente Lukashenko.


Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha annunciato lʼintroduzione della legge marziale in tutto il Paese dopo lʼinvasione russa "Questa mattina, il presidente Putin ha annunciato un'operazione militare speciale nel Donbass - ha detto -. La Russia ha effettuato attacchi alle nostre infrastrutture militari, alle nostre guardie di frontiera. Sono state udite esplosioni in molte città dell'Ucraina. Stiamo introducendo la legge marziale in tutto lo Stato". "Ho avuto una conversazione con il presidente Biden - ha aggiunto Zelensky -. Gli Stati Uniti stanno iniziando a raccogliere il sostegno internazionale. È necessaria la calma da parte di tutti. Se possibile, restate a casa. Stiamo lavorando. L'intero settore della sicurezza e della difesa dell'Ucraina sta funzionando. Niente panico, siamo pronti a tutto e sconfiggeremo tutti".


Il presidente ucraino Zelensky ha ordinato di "infliggere il massimo delle perdite" alle forze russe. Lo ha riferito il capo dell'esercito di Kiev.


"Putin ha portato la guerra in Europa. Presenteremo oggi un pacchetto di estese sanzioni, indeboliremo l'economia russa". Lo dice la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen. "Adotteremo il più dure pacchetto di misure mai utilizzate", aggiunge l'Alto Rappresentante Ue per la Politica Estera Borrell. 


Crollano le Borse europee in avvio di contrattazioni dopo l'invasione dell'Ucraina da parte della Russia. A Francoforte il Dax cede il 3,37% a 14.036 punti, a Parigi il Cac 40 arretra del 4,19% a 6.496 punti mentre a Londra il Ftse 100 perde il 2,7% a 7.294 punti. 


La Borsa di Milano apre in deciso calo sugli effetti dell'attacco russo all'Ucraina. Il primo Ftse Mib cede l'1,81% a 25.486 punti. 


E’ stato convocato alle ore 10:00 a Palazzo Chigi una riunione del Comitato interministeriale per la sicurezza della Repubblica.


"Ci stanno bombardando, sentiamo forti esplosioni ovunque, ci sono molti aerei che passano sopra le nostre teste e bombe che cadono. E' difficile mettersi in contatto con l'esterno, anche con i mezzi tecnologici. Chiediamo aiuto a tutti". A parlare all'Ansa è Lyubomyr, un ragazzo che abita a Kolomyja, città dell'Ucraina occidentale.


Le forze di terra russe sono entrate nel territorio ucraino da più punti della frontiera. Lo sottolineano le guardie di frontiera ucraine, pubblicando un video che mostra i veicoli contrassegnati con il marchio 'Z': "Veicoli militari russi, compresi blindati, hanno violato il confine nelle aree di Chernigiv (confine settentrionale bielorusso), Soumy (confine nord-orientale), Lugansk e Kharkiv (confine orientale)", nel punto tra la penisola e la terraferma dell'Ucraina.


Le forze armate ucraine hanno smentito che vi sia stato uno sbarco di truppe russe a Odessa, sul Mar Nero. E' quanto si legge in un comunicato dello Stato maggiore pubblicato dall'agenzia Unian. "Le informazioni sullo sbarco delle truppe russe a Odessa non sono vere", si legge nel testo.


"Questa mattina presto, le forze russe hanno invaso l'Ucraina, un Paese libero e sovrano. Ancora una volta, nel centro dell'Europa, donne, uomini e bambini innocenti muoiono o temono per la loro vita. Condanniamo questo barbaro attacco e gli argomenti cinici usati per giustificarlo". Lo ha affermato la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, in una dichiarazione alla stampa. LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO QUI


Tutti i posti di blocco in Crimea al confine con l'Ucraina sono chiusi fino a nuovo avviso, ha affermato Oleg Kryuchkov, consigliere presidenziale. "Tutti i posti di blocco al confine con l'Ucraina sono chiusi. Chiediamo ai cittadini in Crimea di non pianificare viaggi fino a nuovo avviso", ha detto Kryuchkov ai giornalisti, riportato da Ria Novosti.


Mosca ha chiuso la navigazione nel Mar d'Azov, tra la l'Ucraina e la Russia. In connessione con quelle che definisce "attività antiterroristiche", un rappresentante dell'Agenzia federale per il trasporto marittimo Rosmorrechflot ha detto alle agenzie russe che "la navigazione è sospesa dalle 4:00 del 24 febbraio fino a nuovo avviso".


Il presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ha annunciato un pacchetto di sanzioni per la Russia. "Congeliamo i beni russi e l'accesso delle banche al mercato Ue", ha spiegato. LEGGI L'ARTICOLO COMPLETO QUI


Almeno sette persone sono morte e altre nove sono rimaste ferite a causa dei bombardamenti russi in Ucraina: lo riporta la Bbc. Ci sono anche 19 dispersi.


La Polonia ha chiesto l'attivazione dell'articolo 4 del trattato Nato. Lo rende noto il governo di Varsavia. L'articolo citato prevede che i membri della Nato "si consulteranno ogni volta che, nell'opinione di una di esse, l'integrità territoriale, l'indipendenza politica o la sicurezza di una delle parti fosse minacciata".



Il messaggio del presidente russo Vladimir Putin sull'avvio di un'operazione militare era probabilmente registrato. Lo riporta il Guardian. Secondo alcuni osservatori Putin lo avrebbe registrato lunedì 21 febbraio. I metadati mostrano, infatti, che il file del video è stato caricato sul sito del Cremlino il 21 febbraio.


L'ambasciata americana a Kiev invita gli americani in Ucraina a restare al riparo a fronte dell'invasione della Russia. "Ai cittadini americani in Ucraina è consigliato di stare al riparo e di seguire le seguenti azioni: se sentite esplosioni forti o sirene cercate immediatamente riparo; se siete in casa o in un edificio cercate riparo nelle aree con meno finestre; se siete all'aperto cercate riparo sotto strutture solide e se non è possibile sdraiatevi e copritevi la testa con le mani", consiglia l'ambasciata.



S'impenna il prezzo del gas sul mercato di Amsterdam, benchmark del metano per l'Europa continentale. Dopo l'attacco russo all'Ucraina, i future sono saliti fino a un massimo del 41%, a 125 euro al megawattora, in quello che si preannuncia il quarto giorno consecutivo di rialzi.



"Fermare Putin e la guerra contro l'Ucraina e il mondo. Costruire una coalizione anti-Putin. Sanzioni immediate e sostegni all'Ucraina". Lo twitta il presidente ucraino Volodymyr Zelensky. 


Il presidente bielorusso Lukashenko ha convocato i capi delle forze armate. 


Testimoni oculari riferiscono che a Kiev si stanno formando "lunghe file ai benzinai" e il traffico nelle strade, specie in periferia, "è intenso". Gli abitanti della capitale, stando a due diverse testimonianze e alle app di monitoraggio del traffico, stanno cercando di lasciare la città.


In piazza dell'Indipendenza, nel centro di Kiev, alcune auto della polizia, con i megafoni, hanno invitato i passanti "a rifugiarsi nei sottopassi" e poi rientrare immediatamente nelle proprie case. 


"Le difese aree dell'Ucraina sono state soppresse". Lo sostiene il ministero della Difesa russo, citato dalla Tass. 


"Il governo italiano condanna l’attacco della Russia all’Ucraina. È ingiustificato e ingiustificabile. L’Italia è vicina al popolo e alle istituzioni ucraine in questo momento drammatico. Siamo al lavoro con gli alleati europei e della Nato per rispondere immediatamente, con unità e determinazione”. E' quanto ha dichiarato il presidente del Consiglio Mario Draghi.


Le forze armate ucraine hanno annunciato di aver abbattuto cinque aerei dell'esercito russo e un elicottero. Le stesse forze armate hanno anche pubblicato una dichiarazione in cui si afferma che l'esercito russo ha iniziato "bombardamenti intensivi" delle sue unità nell'Est del Paese.
 


Il rublo è al minimo storico sul dollaro di 86,81 con un calo di oltre il 6% dopo l'annuncio dell'invasione russa in Ucraina. Gli scambi alla borsa di Mosca sono stati sospesi, i mercati asiatici sono in forte ribasso, il dollaro guadagna terreno insieme all'oro e il petrolio si porta oltre i 100 dollari al barile per la prima volta dal 2014. Sono le prime reazioni dei mercati all'ingresso delle truppe russo sul suolo ucraino. A Tokyo l'indice Nikkei perde l'1,8%, a Hong Kong l'Hang Seng è in calo di oltre il 3%, mentre i future sugli indici americani segnano cali tra l'1,5% e il 2%. 
 


"Solo la Russia è responsabile della morte e della distruzione che questo attacco porterà, e gli Stati Uniti, i loro alleati e partner risponderanno in modo unito e deciso". Così il presidente Usa Joe Biden commenta su Twitter sull'attacco della Russia alla Ucraina.
 


Le forze armate dell'Ucraina hanno annunciato che la contraerea ha abbattuto un caccia russo Sukhoi nell'est del Paese. Lo riferiscono i media locali. 


Le sirene stanno suonando anche a Leopoli, nell'Ucraina occidentale, dove si sono trasferiti molti diplomatici, in seguito all'aggravarsi della crisi.


"Potete stare certi che centinaia di militari ucraini sono già stati uccisi con missili russi". Lo dice il ministero dell'Interno ucraino anche se al momento, non è stata data alcuna conferma del bilancio ufficiale.


Le truppe russe stanno attaccando l'Ucraina anche dalla Crimea, oltre che dal confine russo e bielorusso. Lo denuncia Kiev, secondo quanto riferisce  la Cnn.


La Russia "non farà lo stesso errore due volte nel compiacere l'Occidente": lo ha affermato Vladimir Putin. "Chiunque tenti di crearci ostacoli e interferire" in Ucraina "sappia che la Russia risponderà con delle conseguenze mai viste prima. Siamo preparati a tutto. Spero di essere ascoltato", ha detto il presidente russo citato dalla Tass.


Le guardie di frontiera hanno confermato che forze russe stanno entrando in Ucraina dalla Bielorussia. 


Centinaia di vittime sono state causate in Ucraina dall'attacco dell Russia. Lo riporta la Cnn citando alcune fonti del ministero degli Interni ucraino. Non è chiaro se si tratti di feriti o morti. 


E' stata convocata una riunione urgente degli ambasciatori della Nato dopo l'attacco russo all'Ucraina.


L'operazione militare russa è "una violazione eclatante" del diritto internazionale. Lo ha detto il cancelliere tedesco Olaf Scholz. 


Gli Stati Uniti e gli alleati "imporranno sanzioni dure alla Russia": "continueremo a fornire sostegno e assistenza all'Ucraina e alla sua popolazione". Lo ha detto Joe Biden al presidente ucraino Volodymyr Zelensky.


Le sirene anti aeree hanno iniziato a suonare nella capitale Kiev facendo presagire un nuovo attacco missilistico da parte dei russi.


"State calmi e state a casa". Il presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, invita a non lasciarsi prendersi dal panico, secondo quanto riporta la Cnn. 


Il Regno Unito condanna l'azione militare intrapresa da Mosca in Ucraina: lo afferma il primo ministro britannico, Boris Johnson, che in un messaggio si dichiara "inorridito" per quello che definisce "un attacco non provocato". Il presidente Vladimir Putin - denuncia Johnson - "ha scelto la strada del bagno di sangue e della distruzione".


La Russia sta usando "armi di alta precisione per distruggere infrastrutture militari ucraine". Lo riporta l'agenzia Bloomberg citando Interfax.


Il presidente ucraino Volodymir Zelensky ha annunciato che nel Paese sta introducendo la legge marziale.


La Russia ha attaccato le infrastrutture militari ucraine. Lo afferma il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, secondo quanto riporta l'agenzia Bloomberg.


Joe Biden sta parlando con il presidente ucraino Volodymyr Zelensky. Lo riporta la Cnn citando fonti della Casa Bianca.


L'inviato di Mosca alle Nazioni Unite ha affermato che la Russia sta prendendo di mira la "giunta al potere a Kiev".


Esplosioni sono state avvertite anche a Kharkiv, la seconda città dell'Ucraina, al confine con la Russia.


La Nato "condanna con forza" l'attacco ingiustificato della Russia contro l'Ucraina e chiede a Mosca "di fermare immediatamente la sua azione militare". Inoltre, ribadisce il suo sostegno al popolo ucraino e riafferma che farà "tutto il necessario per proteggere e difendere i suoi alleati". E' quanto si legge in una dichiarazione diffusa dal segretario generare dell'Alleanza Jens Stoltenberg. 


"E' il momento più triste del mio mandato da segretario generale Onu. Devo cambiare il mio appello: presidente Putin, nel nome dell'umanità, porta indietro le truppe russe". Lo ha detto Antonio Guterres. "Questo conflitto deve fermarsi ora", ha aggiunto: "Quello che mi è chiaro è che questa guerra non ha senso e viola i principi della Carta Onu". 


"L'Ucraina si difenderà e vincerà: il mondo può e deve fermare Putin. Il momento di agire è ora". Lo twitta il ministro degli Esteri dell'Uctaina, Dmytro Kuleba.


"Putin ha lanciato un'invasione su larga scala dell'Ucraina. Le pacifiche città ucraine sono sotto attacco. Questa e' una guerra di aggressione". Lo twitta il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba. 


Esplosioni sono state sentite a Odessa, porto nel Mar Nero nell'Ucraina del sud. 


L'ambasciatore russo all'Onu, Vassily Nebenzia, alla riunione di emergenza del Consiglio di sicurezza sull'Ucraina ha accusato nuovamente Kiev di
provocazioni militari nella regione del Donbass. Sottolineando poi che Mosca si è concentrata sulla pace e la sicurezza nelle repubbliche separatiste. La Russia è presidente di turno del Consiglio di sicurezza. 


"Questa non è una guerra, ma un'operazione militare speciale". Lo afferma l'ambasciatore russo all'Onu, Vasily Nebenzya, durante la riunione di emergenza del Consiglio di sicurezza.


Le forze russe stanno cercando di prendere il controllo dell'aeroporto di Kiev e un attacco anfibio nella città portuale di Mariupol è in corso. Lo twitta il senatore americano Marco Rubio, uno dei componenti della commissione di intelligence del Senato.


Joe Biden annuncerà "ulteriori conseguenze" contro la Russia l'operazione militare in Ucraina. Lo afferma lo stesso presidente americano, sottolineando che Mosca è "responsabile per la morte e la distruzione che l'attacco porterà".


"Il presidente russo Vladimir Putin ha scelto una guerra premeditata che porterà una catastrofica perdita di vite umane e sofferenza". Lo afferma il presidente americano Joe Biden. 


Putin ha annunciato che smilitarizzerà l'Ucraina con una "operazione militare speciale", che suona come una dichiarazione di guerra de facto, nell'ambito dell'azione per difendere i separatisti nell'Est del Paese. "Ho preso la decisione di un'operazione militare", ha annunciato il presidente russo in una dichiarazione a sorpresa in televisione poco prima delle 6 del mattino. "L'operazione militare russa mira a proteggere le persone e le circostanze richiedono un'azione decisiva dalla Russia", ha aggiunto.


Gli Stati Uniti hanno superato la linea rossa della Russia con l'espansione della Nato. Lo afferma il presidente russo Vladimir Putin, secondo quanto riportato dall'agenzia Bloomberg. Putin, secondo quanto riportato da altri media internazionali, ha quindi avvertito: chi interferirà con l'operazione in Ucraina pagherà le conseguenze. 


Gli Stati Uniti stanno rifiutando di negoziare su tutte le nostre richieste di sicurezza. Lo afferma il presidente russo Vladimir Putin, secondo Bloomberg.


Un'ulteriore espansione della Nato e il suo uso del territorio dell'Ucraina sono inaccettabili. Lo afferma il presidente Vladimir Putin, secondo quanto riportato dal Guardian. 


Forti esplosioni sono state sentite a Kiev. Lo riporta Cnn.


"I piani della Russia non includono l'occupare l'Ucraina". Lo ha detto il presidente russo Vladimir Putin, secondo quanto riporta l'agenzia Bloomberg
citando la Tass.


Il presidente russo Vladimir Putin esorta le forze ucraine a consegnare le armi e "andare a casa": l'operazione militare è per proteggere il Donbass. Lo riportano i media americani, fra i quali Cnn. 

Commenti (0)

Disclaimer
Inizia la discussione
0/300 caratteri