FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

  • Tgcom24 >
  • Cronaca >
  • Sicilia >
  • Immigrazione, continuano gli sbarchi in Sicilia: recuperati anche dei morti

Immigrazione, continuano gli sbarchi in Sicilia: recuperati anche dei morti

Il sindaco di Pozzallo: "Abbiamo già le prime disdette di turisti"

- Continuano gli sbarchi in Sicilia e si registrano diversi morti tra gli immigrati che hanno tentato il "viaggio della speranza". A Pozzallo (Ragusa), dove nella notte sono arrivate 420 persone, nel primo pomeriggio è sbarcato un centinaio di persone. Con loro ci sono anche tre compagni di viaggio deceduti. Tra ieri e oggi almeno 2mila migranti sono giunti nella regione.

 

 

 

 

VEDI ANCHE...

    Sindaco di Pozzallo: "Se continua così saremo nei guai" - "Se i numeri continuano ad essere questi la situazione rischia di diventare ingestibile: già abbiamo le prime disdette di turisti e se continua cosi' saremo veramente nei guai": è l'allarme lanciato dal sindaco di Pozzallo, Luigi Ammatuna, sui riflessi economici dell'emergenza immigrazione sulla stagione balneare del ragusano.

    "Tutti gli immigrati che arrivano - spiega il sindaco - vengono quasi subito trasferiti: gli oltre 400 sbarcati la notte scorsa sono già stati portati via. Attualmente abbiamo 320 persone nel nostro Centro di prima accoglienza e altre 180 sono nella struttura di Comiso". Il problema, osserva Ammatuna, sono i continui arrivi, con "cifre che generano paura". "La gente che non sa bene cosa accade veramente - osserva il sindaco di Pozzallo - ha timore di venire in una splendida località di mare perché la crede 'invasa' da migranti. Non è così, ma le disdette arrivano lo stesso".

    Il bilancio: tra ieri e oggi 2mila sbarchi - Sono duemila i migranti soccorsi tra venerdì e sabato dalle navi della Marina Militare, mentre altri 700 a bordo di mercantili sono già nei pressi dei porti siciliani. La fregata Scirocco, sottolinea una nota della forza armata per fare un bilancio degli ultimi due giorni, ha soccorso questa mattina 186 migranti, tra cui 45 donne (una incinta) e 58 minori (una decina i neonati). I migranti erano in viaggio da tre giorni e sono apparsi disidratati e con lievi ustioni dovute alla prolungata esposizione al sole. La fregata Bergamini invece ha soccorso due barconi e imbarcato 554 migranti, tra cui 34 donne e 37 minori.

    Sulla nave rifornitrice Etna sono saliti 1335 migranti, salvati dalla motovedetta 941 della Capitaneria di Porto e dalla motovedetta P61 maltese. Per emergenze sanitarie 4 migranti, assistiti dal medico e dal personale sanitario di Nave Etna, sono stati portati a Siracusa con le motovedette della Capitaneria di Porto. Nave Etna sta ora dirigendo verso il porto di Taranto come indicato dal Ministero dell'Interno. Le fregate Scirocco e Bergamini invece trasborderanno i migranti sulla nave anfibia San Giorgio. A Pozzallo sono invece attese due navi mercantili: la motonave Anwaar e la motonave Norient Star con a bordo circa 100 migranti ciascuna, mentre la motonave City of Sidon arriverà domani a Palermo con a bordo 529 migranti.

    Fassino (Anci): "Situazione insostenibile" - Un "incontro urgente" con il ministro Alfano, per "adottare le misure necessarie" a far fronte all'emergenza sbarchi. Lo chiede il presidente dell'Anci, Piero Fassino. "Gli sbarchi stanno assumendo dimensioni drammatiche e insostenibili per i comuni siciliani", dice il sindaco di Torino. Serve "un impegno straordinario" di Stato e Regioni, aggiunge.

    TAG:
    Sicilia
    Pozzallo
    Ragusa