FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Omicidio Noemi Durini, Lucio spiazza tutti: "Non lʼho uccisa io"

A Quarto Grado lʼex-fidanzato della sedicenne di Specchia professa la sua innocenza con una nuova lettera

Quarto Grado comincia il 2018 con una nuova svolta nel caso di Noemi Durini, la ragazza di sedici anni uccisa a Specchia circa quattro mesi fa. Con una nuova lettera, consegnata ad un agente della Polizia Penitenziaria, l'ex-fidanzato Lucio sconfessa totalmente la sua precedente ammissione di colpevolezza, per cui è finito in carcere. Il 3 gennaio, all'indomani di un colloquio con il padre, ha fatto recapitare all'agente una lettera di tre pagine, consegnata tra le lacrime, in cui scrive di non essere lui l'assassino di Noemi. Il carnefice, dice, sarebbe Fausto Nicolì, l'uomo che li ha raggiunti a Castrignano del Capo a bordo di un'auto scura (probabilmente una Seat Ibiza) per consegnare a Noemi la pistola con cui avrebbe dovuto uccidere i genitori del fidanzato. Lì ci sarebbe stata una discussione tra Nicolì e Noemi, quindi un'aggressione alla ragazza, culminata con la coltellata che l'ha uccisa.