FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Modena, uccide la ex compagna e nasconde il cadavere nel frigorifero in cantina

Armando Canò ha confessato lʼomicidio di Betta Fella. La 55enne lo aveva denunciato in passato per maltrattamenti

Dopo una lite ha ucciso la ex compagna, Betta Fella, di 55 anni, e ne ha poi nascosto il corpo nel frigorifero della cantina della palazzina di Modena dove la donna viveva. A compiere l'omicidio il pregiudicato Armando Canò, che ha ammesso di averla strangolata. Sono stati i vicini a chiamare i vigili del fuoco avvertendo un odore acre nell'edificio. I pompieri hanno trovato il cadavere, che era in avanzato stato di decomposizione.

Strangola la ex compagna e nasconde il corpo in cantina

Modena, il corpo di Betta Fella, 55 anni, è stato ritrovato in un frigorifero della cantina. Il suo ex compagno ha confessato.

leggi tutto

Era stato denunciato per maltrattamenti - Il delitto sarebbe avvenuto al termine dell'ennesimo litigio tra i due. L'uomo, che aveva alcuni precedenti penali, in passato era stato denunciato per maltrattamenti dalla ex compagna.

Canò è stato raggiunto dalla polizia intorno alle 2 nell'abitazione di una conoscente a Castelfranco Emilia. Con sè aveva le chiavi della casa della vittima e della cantina dove è stato ritrovato il corpo.

Tradotto in carcere, dovrà rispondere di omicidio e occultamento di cadavere.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali