FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Insulti, botte e umiliazioni alla casa di riposo nel Parmense: sette ai domiciliari

I coinvolti dovranno rispondere di maltrattamenti nei confronti degli anziani ospiti di "Villa Matilde" di Neviano degli Arduini.

Insulti, botte e umiliazioni alla casa di riposo nel Parmense: sette ai domiciliari

I carabinieri di Parma hanno arrestato e posto ai domiciliari 7 persone per concorso in maltrattamenti aggravati nei confronti degli ospiti della casa di riposo "Villa Matilde" di Neviano degli Arduini. Secondo l'accusa avrebbero più volte picchiato, insultato e umiliato gli anziani, definiti "scimmie", "cretini" e "mostri" e spesso minacciati.

Dalle indagini, iniziate nell'ottobre del 2015 a seguito di una denuncia, è emerso come la vita per gli anziani fosse un vero e proprio incubo. Nelle intercettazioni audio e video si vedono ospiti costretti a mangiare la pasta dal pavimento come punizione per averla fatta cadere a terra. E ancora schiaffi, calci, tirate di capelli, spinte e minacce come "ti do un calcio nelle palle, vattene", "ti prendo e ti butto giù dalla finestra", "prendo il bastone e te lo do in testa", "ti seppellisco viva".

Insomma, come ritiene la Procura, i degenti erano sottoposti a una sistematica attività di maltrattamento da parte dei sette arrestati che li deridevano, emulandone i gemiti o le andature barcollanti, o li mortificavano costringendoli a spogliarsi e cambiarsi alla presenza di altre persone e impedendo loro di riposare, bere o mangiare.

I carabinieri hanno anche notificato a 5 dipendenti della struttura socio-assistenziale un'informazione di garanzia per gli stessi reati contestati agli altri indagati.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali