FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

LʼAquila, vietano a bimbo autistico di giocare nella piscina delle palline, il padre su Facebook: "Basta ignoranza"

"Mio figlio non è un malato contagioso, cʼè troppa disinformazione sul mondo della disabilità", si sfoga lʼuomo a Tgcom24, dopo aver ricevuto la solidarietà della Rete per il suo post di denuncia

L'Aquila, vietano a bimbo autistico di giocare nella piscina delle palline, il padre su Facebook: "Basta ignoranza"

E' contro l'ignoranza generata dalla disinformazione su autismo e disabilità in generale che si scaglia il papà di quel bambino in cui in un pomeriggio d'agosto è stato impedito di entrare nella vasca con le palline colorate all'interno di un centro commerciale de L'Aquila. "Non voglio che episodi del genere accadano più - spiega l'uomo a Tgcom24, - ma servono più sensibilizzazione e informazione sul tema. Mio figlio non è un malato contagioso e non era mai stato vittima di discriminazione fino a oggi".

"Ho denunciato l'episodio pubblicamente su Facebook - spiega il papà a Tgcom24 - perché sono rimasto scioccato. Come si fa a dire a un bambino davanti al cuginetto: 'Tu entri, tu no'?".

Ma si aspettava così tanta solidarietà da parte del popolo dei social network? "Sì, perché anch'io mi indigno davanti a fatti del genere che accadono a scuola, nei locali, nei ristoranti, ma mi dissocio da chi dice di voler boicottare l'attività. Non è questa la strada contro le discriminazioni, ma serve informare e sensibilizzare di più".

"Non è vero, come i gestori hanno tentato di giustificarsi sui media locali, - conclude l'uomo - che mio figlio sembrava esuberante e poteva rappresentare un pericolo per sé e per gli altri: va a scuola, gli insegnanti lo portano su un palmo di mano, è ben voluto da tutti e va dappertutto senza problemi. La madre che lo accompagnava, poi, sarebbe rimasta lì a vederlo giocare. Bisogna sapere e conoscere di più sull'autismo: basta ignoranza, che ciò non accada più".

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali