FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

Prezzi, dati definitivi Istat: inflazione accelera a 1,5% a luglio

Il rialzo si deve alle tariffe di luce (+1,9% in termini tendenziali) e gas (+8,5% su base annua)

Prezzi, dati definitivi Istat: inflazione accelera a 1,5% a luglio

L'inflazione a luglio accelera all'1,5% dall'1,3% del mese precedente, toccando il livello più alto dall'aprile del 2017. Lo afferma l'Istat, i cui dati definitivi stimano che l'indice nazionale dei prezzi al consumo per l'intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, aumenti dello 0,3% rispetto al mese precedente e dell'1,5% su base annua. Il rialzo si deve alle tariffe di luce (+1,9% in termini tendenziali) e gas (+8,5% su base annua).

L'inizio posticipato dei saldi estivi (dal primo luglio del 2017 al 7 luglio nel 2018 in quasi tutte le regioni) ha comportato un calo congiunturale dei prezzi di abbigliamento e calzature a luglio di quest'anno meno ampio (-19,1%) che a luglio dello scorso anno (-21,7%), determinando così un'accelerazione tendenziale che si ripercuote sull'inflazione.

I dati sull'inflazione acquisita e di fondo - Le spinte inflazionistiche sono solo in parte bilanciate dal rallentamento della crescita dei prezzi dei servizi relativi ai trasporti (da +2,9% a +1,7%). L'inflazione "di fondo", al netto degli energetici e degli alimentari freschi, subisce una lieve decelerazione rispetto al mese precedente, rispettivamente da +0,8% a +0,7% e da +1% a +0,9%. L'inflazione acquisita per il 2018 è +1,2% per l'indice generale e +0,8% per la componente di fondo.

Andamento dellʼinflazione in Italia nellʼultimo anno

Rialzo dei prezzi negli energetici - L'aumento congiunturale dell'indice generale dei prezzi al consumo si deve per lo più ai rialzi dei prezzi dei beni energetici regolamentati (+6,1%) e, in misura minore, dei servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona (+0,8%), solo in parte bilanciati dal calo dei prezzi dei Beni alimentari non lavorati (-1,8%).

Carrello della spesa +2,2% a luglio - Continuano a luglio le tensioni sui prezzi dei prodotti di largo consumo: i prezzi dei Beni alimentari, per la cura della casa e della persona, il cosiddetto carrello della spesa, crescono del +2,2% come a giugno, mentre quelli ad alta frequenza d'acquisto (da +2,7% a +2,8%) crescono su base annua più dell'indice generale.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati
Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre

In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:
- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV
- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti
- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni
- Più in generale violino i diritti di terzi
- Promuovano attività illegali
- Promuovano prodotti o servizi commerciali