FOTO24VIDEO24ComingSoon.itDonneGraziaMeteo.itPeopleTGCOM24
La Diretta

Litiga con la compagna incinta e le dà fuoco: lei è gravissima, salva la bimba

Pozzuoli, lʼuomo è fuggito in auto ma è stato arrestato dai carabinieri. La piccola è nata prematura in ospedale: le sue condizioni sono buone

Litiga con la compagna incinta e le dà fuoco: lei è gravissima, salva la bimba

Un uomo ha dato fuoco alla compagna incinta e si è dato alla fuga. E' successo a Pozzuoli, in provincia di Napoli. La donna, Carla Ilenia Caiazzo, di 38 anni, è stata trasportata all'ospedale Cardarelli di Napoli. I medici hanno deciso di indurre il parto e la neonata, sebbene prematura, sta bene. La mamma, invece, è grave. L'uomo, Paolo Pietropaolo, è stato arrestato a Formia (Latina) dove ha avuto un incidente stradale. Ha confessato l'accaduto.

Litiga con la compagna incinta e le dà fuoco: lei è gravissima, salva la bimba

La donna in gravi condizioni - La 38enne è ricoverata in condizioni gravissime all'ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli. Ha ustioni sul 40% del corpo, la maggior parte così profonde da aver lesionato organi vitali. Anche per questo motivo i medici hanno deciso di far nascere la bimba che portava in grembo da otto mesi. La piccola, prematura, è in buone condizioni.

Fuggito in auto poi arrestato - L'autore del folle gesto è inizialmente fuggito in auto ed ha avuto un incidente stradale nei pressi di Formia. Così i carabinieri sono riusciti a fermarlo. Stando alle prime indiscrezioni l'aggressione è avvenuta in strada dove i due hanno avuto un violento diverbio al culmine del quale l'uomo ha cosparso la vittima con un liquido infiammabile per poi darle fuoco.

Commenti

Commenta
Disclaimer

Grazie per il tuo commento

Sarà pubblicato al più presto sul nostro sito, dopo essere stato visionato dalla redazione

Grazie per il tuo commento

Il commento verrà postato sulla tua timeline Facebook

Regole per i commenti

I commenti in questa pagina vengono controllati

Ti invitiamo ad utilizzare un linguaggio rispettoso e non offensivo, anche per le critiche più aspre


In particolare, durante l'azione di monitoraggio, ci riserviamo il diritto di rimuovere i commenti che:

- Non siano pertinenti ai temi trattati nel sito web e nel programma TV

- Abbiano contenuti volgari, osceni o violenti

- Siano intimidatori o diffamanti verso persone, altri utenti, istituzioni e religioni

- Più in generale violino i diritti di terzi

- Promuovano attività illegali

- Promuovano prodotti o servizi commerciali