FOTO24VIDEO24Logo MediasetComingSoon.itDonnelogo mastergameCreated using FigmaGraziaMeteo.itPeoplesportmediaset_negativesportmediaset_positiveTGCOM24meteo.it
DirettaCanale 51

8/1/2009

"Amavo i bambini e Bim Bum Bam"

Manuela Blanchard si racconta a Tgcom

Sul suo viso il tempo sembra essersi fermato agli anni in cui era per tutti i bambini la mitica Manu di "Bim Bum Bam" e al suo fianco c’erano il pupazzo Uan e Piolo, Paolo Bonolis. Manuela Blanchard ha legato il suo volto alla popolare trasmissione per ragazzi per 12 anni e quando "Bim Bum Bam" ha chiuso i battenti, ha deciso di ritirarsi dagli schermi e di dedicarsi alla medicina naturale. Oggi lavora in uno studio medico e spera che il suo unico figlio, musicista come il padre, possa inserirsi in quel mondo che una volta era il suo.

Come ha iniziato?
Dopo il liceo mi sono diplomata all’Accademia dei Filodrammatici. Ero in classe con il figlio di Ernesto Calindri, che insegnava all’Accademia. Un giorno mi disse che c’erano le selezioni per il corso di teatro. Io facevo già un po’di pubblicità. In quinta liceo una mia compagna mi suggerì di lavorare nella moda per raggranellare qualche soldo. Consultai le pagine gialle e mi rivolsi a una delle più grandi agenzie di Milano. La cosa buffa è che ho sempre dimostrato molti anni in meno, e quando mi hanno chiesto i dati per la prima fattura erano increduli: “Ha già 18 anni? Allora non crescerà più!” Io ero alta 1,65 e il minimo era 1,75. Ho fatto un solo lavoro con quell’agenzia. Era un servizio per il giornale Lei. E’ stato un trauma: la location era in piazza Castello. Dovevo saltare ed ero imbranatissima e imbarazzata perché c’era un sacco di gente attorno che guardava.

Come cominciò in tv?
Facendo l’annunciatrice a Italia 1 e Antenna Nord. Tenevo un programma che si chiamava "A tutto gas". Poi ho fatto "Un milione al secondo" con Pippo Baudo e altri spettacoli per Rete 4. Ho fatto diverse cose prima di "Bim Bum Bam". Non era il primo programma per ragazzi che facevo: avevo già affiancato Sandra Mondaini nel circo di Sbirulino.

"Bim Bum Bam" ha avuto diversi conduttori. Con chi si trovava meglio?
Quando sono entrati gli altri io ero in esterna, quindi non ho mai lavorato direttamente con loro. Per tre anni ho lavorato solo con Paolo Bonolis e Uan.

Com’è stato lavorare con Bonolis?
Lui è molto bravo. Noi andavamo a braccio: avevamo solo un canovaccio, poi improvvisavamo. Eravamo un trio veramente affiatato.

Giravano voci di un flirt tra lei e Paolo…
Quando mai! Lavoravamo dalle 8 alle 12 ore al giorno e, anche con Giancarlo (Muratori, il primo doppiatore di Uan, ndr), era una sorta di matrimonio professionale. Certo, quando uno comincia a vedere sempre insieme le persone si fa presto a dire.

E’ ancora in contatto con lui?
L’ho sentito l’ultima volta qualche anno fa. Lui è a Roma, io a Milano e sono tantissimi anni che non lo vedo.

Invia un commento


COMMENTI

13/07/09

danilo

Di Manu e gli altri della gang di Bim Bum Bam non si possono che avere ricordi fantastici che non verranno mai cancellati, erano la vera TV dei ragazzi.
Oggi non c'è più niente di tutto questo e credo che sia stata una vera idiozia eliminare un programma come Bim Bum Bam o come Ciao Ciao, che avevano grande successo e ancora oggi i figle degli anni 80 e 90 li rimpiangono con grande nostalgia. Magari tornasse, ma purtroppo le televisioni di oggi pensano ad altro e se ne fregano..
16/03/09

YOLE

GRANDE SONO CRESCIUTA CON MANUELA,PAOLO E UAN E BELLO RICORDARE ANNI UNICI E BELLISSIMI CHE NON RITORNERANNO PIU' MA CHE RIMARRANNO NEI NOSTRI CUORI X SEMPRE !!!! MANUELA RICORDA CHE X TUTTA LA MIA GENERAZIONE RIMARRAI MITICA E UNICA!!!!!!!!!!